Filmografia

Filmografia di Carlo Lima


Chi è cchiù felice 'e me (FILM TV)


1964 – Commedia
Recitazione (Errico)
2.5 2.5

Vincenzo, modesto possidente di campagna, si ritiene felice perché evita tutto ciò che può disturbare la sua quiete. Ma le disgrazie lo raggiungono in casa: il giovane Riccardo, dopo aver ferito un creditore in una rissa, si rifugia da lui. L'incidente si appiana, ma Riccardo, attratto dalla moglie di Vincenzo, Margherita, la corteggia alimentando chiacchiere e maldicenze. Quando Vincenzo sta per dimostrare platealmente la fedeltà della moglie, Margherita si getta altrettanto platealmente tra le braccia di Riccardo.

Non ti pago! (FILM TV)


1964 – Comico, Commedia
Recitazione (Mario Bertolini)
4.7 4.7

Don Ferdinando Quagliuolo, uomo profondamente cocciuto, gestisce una ricevitoria del lotto nella quale lavora anche Mario Bertolini, fidanzato di sua figlia Stella, e ragazzo particolarmente fortunato, che deve il suo benessere economico soprattutto alle ricche vincite al lotto, che riscuote ogni settimana. Don Ferdinando, che passa le settimane a cercare di combinare i numeri delle giocate nei modi più fantasiosi ed improbabili, non vince mai. E per questo motivo detesta il povero Mario. Quando un giorno il ragazzo si presenta in casa di Ferdinando dicendo di aver vinto un ricchissimo terno al lotto, grazie ai numeri che gli aveva dato ...

Ditegli sempre di sì (FILM TV)


1962 – Comico, Commedia
Recitazione (Ettore De Biase)
3.1 3.1

Apparentemente guarito dalla malattia mentale, Michele torna a casa sua, da sua sorella Teresa dopo essere stato in manicomio. Teresa è l'unica a sapere che Michele è stato internato, e per giustificare la sua assenza senza screditarlo ha detto ai conoscenti che suo fratello era in viaggio di lavoro. Michele però non è affatto guarito, ed anzi inizia a combinare guai, perchè esegue alla lettera tutto ciò che gli viene detto...

Napoli milionaria! (FILM TV)


1962 – Commedia, Drammatico
Recitazione (Amedeo)
4.7 4.7

A Napoli, durante la seconda guerra mondiale, Amalia Jovine per sopravvivere pratica - in società con Settebellizze - contrabbando di generi alimentari e caffè nel suo affollato e fatiscente vascio. Suo marito Gennaro disapprova, ma non impedisce ad Amalia di continuare i suoi traffici...