Alessandro Siani

Attore
Biografia

Cenni biografici di Alessandro Siani


Nato a Napoli nel 1975, Alessandro Siani - il cui vero nome è Alessandro Esposito - è un comico partenopeo che nel giro di dieci anni, dopo la popolarità conquistata con le sue apparizioni nelle TV regionali, ha conquistato anche il pubblico nazionale con pellicole di grande successo come Benvenuti al Sud, ma anche le apparizioni in programmi come Made in Sud.

Gli esordi e i successi in TV locali
Alessandro inizia la sua carriera al Tunnel Cabaret, storico locale situato in zona Santa Chiara e in quel periodo vince diversi riconoscimenti, tra cui il Premio Charlot come miglior cabarettista dell'anno, ma anche premi legati ad eventi nazionali come Franca Villa e Ascea Ridens (la cui giuria, in quell'occasione, era guidata da Francesco Paolantoni).
Qualche anno dopo approda sul piccolo schermo nel popolarissimo show comico Telegaribaldi con il trio A testa in giù - del quale faceva parte insieme a Francesco Albanese e Peppe Laurato, che in seguito proseguiranno la loro carriera senza Siani e formando il duo comico I Duo per Duo. A Telegaribaldi Siani lanciò il personaggio di Tatore, un discotecaro arrogante e maleducato che respingeva senza alcun tatto le avance di una ragazza, mentre Albanese era il dj Checco-Lecco. Siani fu confermato anche per la successiva edizione di Telegaribaldi, sempre con il personaggio di Tatore, ma affiancato solo da Albanese, e con il personaggio del procuratore Alex Damiani.
All'esperienza di Telegaribaldi fanno seguito altre partecipazioni televisive, tra cui ricordiamo quella in Pirati, condotto da Biagio Izzo, il Maradona Show, condotto in sinergia con Alan De Luca sull'emittente Telecapri e Movida, da lui condotto su TeleNapoli 34, e nel quale proponeva il suo personalissimo doppiaggio di Jeeg robot d'acciaio.

Il teatro e le apparizioni in Rai
Nel 2003 Alessandro inizia a farsi conoscere anche a livello nazionale partecipando a trasmissioni targate Rai come Bulldozer, su RaiDue, condotta da Federica Panicucci e nella quale ripropone il personaggio di Tatore, nel varietà Guarda che luna e nello storico contenitore di RaiUno, Domenica In, in una delle edizioni condotte da Mara Venier. Un paio di anni dopo gli viene affidata anche la conduzione di
Allo stesso tempo consolida la sua popolarità in Campania grazie ai successi teatrali come Fiesta - che viene replicato al Teatro Diana per più di un mese e nel quale Siani affianca Albanese e Carmela Nappo - e dai successivi spettacoli Tienimi presente e Per tutti, che nel 2007 riproporrà allo Stadio San Paolo - davanti ad un pubblico di 25mila persone.

Il debutto al cinema
Nel 2006 Alessandro viene scelto da Francesco Ranieri Martinotti e dal produttore Mario Berardi come protagonista della commedia cinematografica Ti lascio perchè ti amo troppo, nel quale è affiancato da Francesco Albanese e da Mariana Braga nei panni dell'affascinante Ana, una brasiliana che riesce a fargli dimenticare una delusione amorosa. Successivamente, è nel cast di due cinepanettoni: Natale a New York e il successivo Natale in Crociera.
Sul fronte televisivo invece, continua ad apparire in Rai come inviato a Quelli che... il calcio (condotto da Simona Ventura), e con il programma Tribbù, da lui condotto insieme a Serena Garitta. Gli viene affidata la conduzione di Libero, che tuttavia chiude dopo due puntate, per mancanza di ascolti. Nel 2009 partecipa anche a Colorado Cafè - allo scopo di promuovere il suo ultimo show teatrale - e a Made in Sud, che poco dopo si rivelerà un vero fenomeno di costume.

Il successo di Benvenuti al Sud e l'esordio alla regia
Il 2010 è un anno molto importante per la carriera di Alessandro, che affianca Claudio Bisio in Benvenuti al Sud: il remake della commedia francese Giù al Nord si rivela un grandissimo successo ai botteghini, e due anni dopo Siani torna ad affiancare il collega Bisio nel sequel del film, Benvenuti al Nord, che propone una situazione "rovesciata" rispetto al primo film e incassa quasi la stessa cifra al boxoffice.
Tra i due film, Alessandro accetta di prestare la propria voce ad uno dei personaggi dell'edizione italiana del cartoon Cars 2, e si unisce al cast della commedia La peggior settimana della mia vita, accanto a Fabio De Luigi. Nel 2013, dopo gli ultimi successi cinematografici, Siani firma il suo esordio alla regia con la commedia romantica Il principe abusivo, del quale è anche interprete insieme a Christian De Sica e Serena Autieri. Una commedia che si rivela sin da subito un successo ai botteghini.
La sua carriera televisiva prosegue con un'apparizione al 62esimo Festival di Sanremo e due incursioni nei programmi di Maria De Filippi, Amici e C'è posta per te.