Filmografia

Filmografia di William Armstrong


1408


2007 – Horror, Thriller
Recitazione (Clay)
2.8 2.8

Un uomo che si occupa professionalmente di rilevare burle e svelare misteri dietro a case infestate e simili fenomeni paranormale, decide di trascorrere una notte nella stanza 1408 dell'hotel Dolphin di New York. Scoprirà che la fama della camera è assolutamente fondata.

7 Seconds


2005 – Azione, Poliziesco, Thriller
Recitazione (maggiore Wilson)
3.0 3.0

Jack, ladro professionista, ruba per errore un quadro di Van Gogh di enorme valore. La mafia russa per entrare in possesso del dipinto, prende in ostaggio un componente della banca di Jack. Nel tentativo di liberarlo scoprirà che a volte sono migliori i nemici piuttosto degli amici.

Band of Brothers


2001 – Drammatico, Guerra, Azione, Storico
2001 – Recitazione (Generale Anthony McAuliffe) – 1 episodio
4.4 4.4

Miniserie drammatica che narra i fatti storicamente accaduti alla Compagnia 'Easy', facente parte del 506 Reggimento di Fanteria della 1a Divisione di Paracadutisti dell'Esercito Statunitense durante la Seconda Guerra Mondiale, dallo sbarco in Normandia, alla Battaglia delle Ardenne fino alla conclusione del conflitto.

Il quarto angelo


2001 – Thriller, Drammatico, Azione
Recitazione (Perry)
4.0 4.0

Jack, direttore di un giornale internazionale, si ritrova coinvolto suo malgrado, insieme a tutta la famiglia, in un dirottamento, nel quale perde i suoi cari. Insieme ai sopravvissuti, tra cui anche il figlio più piccolo, si renderà conto che il suo dolore non sarà mai onorato da un equa giustizia; poichè i terroristi saranno ben presto rilasciati e rimandati nel loro paese d'origine. Jack deciderà quindi di fare giustizia da solo trovando in un agente dell'Fbi, un alleato per affrontare la sua vendetta.

RKO 281 - La vera storia di Quarto potere (FILM TV)


1999 – Drammatico
Recitazione (Mr. Lewis)
3.5 3.5

Il giovane Orson Welles, già famoso per le sue imprese radiofoniche, arriva a Hollywood per girare il suo primo film. Non è però "La guerra dei mondi", come vorrebbero in molti, ma è il ritratto impietoso di William Hearst, magnate dell'editoria. Lo sceneggiatore Mankiewicz cerca di fare desistere Welles, conoscendo i guai a cui andrà incontro. Hearst, colpito anche sul piano privato, reagisce facendo guerra al film e arrivando quasi a farlo scomparire dalla circolazione. Sarà il suo stesso tracollo economico ad impedirgli di andare fino in fondo, e a salvare la pellicola.