Timur Bekmambetov

Produttore, Regista
Biografia

Cenni biografici di Timur Bekmambetov


Timur Bekmambetov, regista e co-sceneggiatore del più grande successo al botteghino del cinema russo: I Guardiani della notte, è il fondatore e il direttore generale dell'Imperial Film Closed Stock Company e dello studio cinematografico Tabbak: le avanguardie del rinnovamento produttivo e stilistico del cinema dell'ex Unione sovietica.
Non è un caso che un prodotto come I Guardiani della notte, con tutta la sua voglia d'esibizione di post-modernità e di ibridazione tra diversi linguaggi, sia opera sua, essendo Bekmambetov anche il più importante regista russo di pubblicità e di videoclip e quindi probabilmente una delle personalità più portate a guardare in avanti nel suo paese.

Laureatosi all'Istituto di Arti Teatrali A.N. Ostrovsky, a Tashkent, Bekmambetov ha diretto il suo primo spot nel 1989 e ha anche lavorato come architetto di scena per il teatro Ilkhom e per lo Studio Uzbekflm. Dal 1990 la sua attività come regista di spot si è fatta sempre più intensa, arrivando nel giro di poco tempo a realizzarne più di 500 per le più note aziende mondiali. Il suo eccellente lavoro gli ha fruttato numerosi premi internazionali tra cui: il Grand Prix di Mosca del 1994 e il premio per la migliore immagine pubblicitaria al Festival di Houston del 1995.

È proprio in quegli anni che Timur si avvicina anche al cinema come regista e sceneggiatore. Debutta nel 1994 con The Peshavar Waltz e subito si fa notare vincendo il premio come miglior regista al Festival Internazionale di Karlovy Vary. Il ritorno dietro la macchina da presa, dopo alcuni anni in cui si è dedicato intensivamente agli spot, avviene nel 1999 con un'interessante miniserie televisiva, da lui stesso prodotta e dal titolo Our 90s. Divenuto un nome nell'ambiente, sarà addirittura il vecchio volpone Roger Corman a notarlo e a produrre il suo secondo lungometraggio: The Arena.

Sempre più lanciato Timur Bekmambetov, viene ormai definito il Tarantino russo e viene scelto per il primo episodio di una tetralogia tratta dai popolari romanzi russi di "fantascienza vampirica" di Sergei Lukyanenko. Il primo film tratto da questa saga è I Guardiani della notte, appunto. Ricco di effetti speciali e di scene d'azione è costato solo quattro milioni di dollari e ne ha incassati più di sedici (otto volte il massimo incasso russo precendente), arrivando a ricevere la candidatura all'Oscar come miglior film straniero del 2004. Dato lo straordinario successo, al di là di ogni aspettativa, Bekmambetov realizza due anni dopo il seguito I guardiani del giorno, caratterizzato ancora da un'insolita mescolanza tra elementi di fantascienza e horror, che si riconferma un hit sia in patria che all'estero.

Il regista è stato subito cooptato da Hollywood, dove a esordito nel 2008 con l'adrenalinico Wanted - Scegli il tuo destino, tratto dal fumetto fantasy-action di Mark Millar, nel quale Timur ripropone l'estetica eccessiva e ricca di effetti speciali che lo ha reso famoso. Il film rilancia Angelina Jolie nel ruolo di diva d'azione e contribuisce alla fama del giovane James McAvoy, futuro Charles Xavier di X-Men - L'inizio, ottenendo un ottimo piazzamento ai boxoffice americani e internazionali.

Bekmambetov, che ha anche prodotto assieme a Tim Burton l'affascinante film d'animazione 9, oltre ai titoli fantascientifici Apollo 18 e The Darkest Hour e ad altre produzioni russe, sta proseguendo la sua carriera a Hollywood realizzando il bizzarro Abraham Lincoln: Vampire Hunter, curiosa ibridazione tra genere storico e horror, interpretato da Benjamin Walker.