Filmografia

Filmografia di Stefano Amato


Dimmi che fai tutto per me


1980 – Commedia
Recitazione (Mino Salmarani)
0.0

Un noto medico trevigiano è costretto dal suocero ad acquistare una costosa villa, e resta completamente al verde. Gli affari del suocero ben presto attirano anche l'interesse di due mafiosi e di altri loschi figuri.

Dove vai se il vizietto non ce l'hai?


1979 – Comico, Commedia
Recitazione (Beniamino)
4.0 4.0

Un detective privato e il suo assistente, molto "maschi" entrambi, sono costretti, per scoprire se nella vita di un ricco uomo d'affari ci sia un'altra donna, a spacciarsi il primo per un maggiordomo omosessuale e il secondo per una cuoca vergine e onorata. Un compito difficile, poiché l'uno deve resistere al fascino di tre donne giovani e spregiudicate - la padrona di casa e le sue cameriere - e, l'altro, deve difendersi dagli assalti di un focoso giardiniere

L'insegnante balla... con tutta la classe


1978 – Comico, Commedia, Erotico
Recitazione
3.0 3.0

La sexy professoressa di ginnastica Claudia Gambetti, porta lo scompiglio in un liceo grazie alla sua avvenenza e al suo particolare metodo di insegnamento, basato sul ballo.

Voglia di donna


1978 – Commedia, Erotico
Recitazione (Paolo)
1.8 1.8

Domenica con ... - Bruno e la sua giovane moglie africana si divertono a registrare in "Videotape" i loro amplessi, per poi rivederseli sul video. Accade però, per qualche misteriosa causa tecnica, che ne sia spettatore l'intero caseggiato. La pipì. - Paolo, fidanzato geloso, vuole scoprire, servendosi di un registratore, se Luisa lo tradisce per l'avvocato di cui è segretaria. I due amanti si accorgono del trucco, Paolo perde la faccia e la fidanzata. Il miracolo. - L'incontro con uno scienziato, che riesce a materializzare le immagini televisive, consente al gelataio Gesuino di avere un'avventura con Ilona Staller.

Il marito in collegio


1977 – Commedia
Recitazione
2.0 2.0

Per poter ereditare il patrimonio dello zio, Carlotta, nobile ma povera, decide di sposare un umile benzinaio, Camillo Proietti. La clausola è che il matrimonio non debba essere consumato fino a quando lo sposo non diventi di modi raffinati e di conseguenza Camillo viene rinchiuso in un collegio svizzero. Nel frattempo Carlotta è assediata dalla corte di un sedicente barone, cacciatore di dote.