Roberto Andreucci

Produttore
Biografia

Cenni biografici di Roberto Andreucci


Nato a Todi nel 1965, Roberto Andreucci ha iniziato la carriera cinematografica nel 1988 alla Cristaldifilm, casa di produzione di Franco Cristaldi, collaborando alla produzione, tra gli altri, del cult Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, e di altri titoli quali La Corsa dell'innocente di Carlo Carlei e C'era un castello con 40 cani di Duccio Tessari.
Dopo questa esperienza altamente formativa, dal 1995 si è dedicato alla produzione cinematografica come free-lance, realizzando in qualità sia di direttore di produzione, sia di produttore esecutivo, svariati film, fiction e documentari, tra cui il giallo televisivo Kidnapping di Cinzia Th. Torrini, la farsa a episodi I Fobici di Giancarlo Scarchilli, con Luca Laurenti e Sabrina Ferilli, cui seguono nel 2000 altre due commedie: La vita è un gioco di Fabio Campus, con protagonista Bebo Storti, e Il grande botto di Leone Pompucci, interpretato da Carlo Buccirosso, Emilio Solfrizzi e Claudio Amendola.

Andreucci ha collaborato inoltre con affermati autori, come Carlo Lizzani per il film TV storico Maria Josè - l'ultima Regina, con protagonista Barbora Bobulova; Francesco Maselli per il documentario Frammenti di Novecento, e Felice Farina per il film Senza freni, e ha inoltre prodotto le opere di Renzo Martinelli Vajont e Piazza delle Cinque Lune.

Nel 2004 ha fondato la casa di produzione A.K.S. - All Kind of Stuff con la quale ha realizzato, fra l'altro, il film Civico 0 di nuovo per la regia di Francesco Maselli, interpretato da Massimo Ranieri, Ornella Muti e Letizia Sedrick; nonché i programmi televisivi per Rai3 Che sarà, sarà e Senza fine di Gualtiero Peirce e il documentario 68, l'utopia della realtà.
Sempre con la collaborazione di Gualtiero Peirce ha prodotto anche il documentario Il primo giorno di Dio, dedicato all'integrazione religiosa nelle scuole, cui è seguita la miniserie tv Gli ultimi del paradiso di Luciano Manuzzi, incentrata sulle morti sul lavoro, con Massimo Ghini ed Elena Sofia Ricci.

Nel 2005 e nel 2006 Andreucci è stato il direttore organizzativo, insieme alla direzione artistica di Beppe Attene, delle Grolle d'Oro - Premio Saint Vincent per il Cinema, una delle manifestazioni "storiche" del cinema italiano.

Oltre alla produzione, ha sviluppato una parallela attività di attore, per lo più comico e soprattutto come "spalla" di Max Tortora in numerosi sketchs, partecipando, dal 2004 a oggi, a svariate trasmissioni televisive, tra cui Bulldozer (Rai2) e Ballarò (Rai3). È inoltre protagonista, insieme a Max Tortora, del DVD Una settimana di risate con Max Tortora. Più di recente è comparso anche in un piccolo ruolo nel successo commerciale Manuale d'amore.