Filmografia

Filmografia di Paolo Calissano


Vivere


1999 – Drammatico, Romantico
? – Recitazione (Bruno De Carolis)
2.5 2.5

Le storie di diverse famiglie sullo scenario di una ricca città di provincia come Como.

Quello che le ragazze non dicono


2000 – Commedia
Recitazione (Avvocato Bini)
2.5 2.5

Francesca, Alice, Paola e Laura sono quattro ragazze 'in carriera' alle prese con ambizioni, amori, delusioni e piccoli e grandi problemi della vita di tutti i giorni. Una sera, in discoteca, le ragazze si incontrano per festeggiare il compleanno di Laura, che è stata appena lasciata dal fidanzato. Qui, però, conoscono il cantante napoletano Gigi, latin lover sui generis, l'unico in grado di fare realmente presa sui sentimenti delle donne.

I giudici - Vittime eccellenti (FILM TV)


1999 – Drammatico, Poliziesco, Thriller
Recitazione (Poliziotto #1)
2.5 2.5

A Palermo, il capo procuratore amico del giudice Falcone viene assassinato a due mesi dalla pensione. Il tragico evento costringe Falcone ad assumere una guardia del corpo, Mario. Nonostante la sua vita rischiosa, il giudice si innamora di un magistrato della Corte d'appello, Francesca Morvillo, che conosce ad una cena con Borsellino e la moglie. La lotta dei due giudici contro Cosa Nostra sarà interrotta dai due attentati in cui perderanno la vita.

Cucciolo


1998 – Commedia
Recitazione
1.6 1.6

Massimo ha quarantadue anni, ma da trentadue frequenta la terza media. Ha infatti sempre rifiutato, a livello inconscio, di crescere e di entrare a far parte della società. I genitori ottantenni di Massimo si recano da un dottore che comunica loro che il figlio soffre della Sindrome di Peter Pan.

La ragazza di cortina


1994 – Thriller
Recitazione
2.6 2.6

Scappare dal proprio marito per tornare sulle montagne della propria infanzia. Liberarsi di un passato inquietante e vivere finalmente serena. Sono questi i sogni di Mara. Ma le ossessioni di un tempo sono sempre in agguato, anche quando si crede di aver trovato dei nuovi amici e Mara vede riaffiorare gli inquietanti fantasmi del proprio passato dai quali era convinta di essere definitivamente fuggita