Filmografia

Filmografia di Massimo Martino


I bastardi di Pizzofalcone


2017 – Crime, Drammatico
? – Produzione (Produttore)
4.4 4.4

Crime series ambientata nel Commissariato di Pizzofalcone a Napoli: la sezione sta per essere chiusa a causa della presenza di poliziotti corrotti, ma per sistemare le faccende rimaste in sospeso la Questura decide di inviare sul posto i poliziotti più "scomodi" degli altri distretti, i cosiddetti bastardi del corpo. Tuttavia una volta arrivati, i bastardi mostreranno di avere ottime qualità investigative formando una squadra affiatata.

Faccia d'Angelo (MINISERIE TV IN 2 PARTI)


2011 – Drammatico
Produzione (Produttore)
3.0 3.0

Biopic incentrata su Felice Maniero, ex-boss della mala del Brenta, soprannominato 'Faccia d'angelo'. Celebre per essere stato la mente di feroci crimini, assalti e rapine, oltre che di traffici illeciti, Maniero era famoso anche per la vita di agi e lussi sfrenati che conduceva.

Anita Garibaldi (MINISERIE TV IN 2 PARTI)


2012 – Drammatico, Romantico, Storico
Produzione (Produttore)
0.0

La storia di una donna leggendaria, la rivoluzionaria italiana di origine brasiliana Anita Ribeiro, che giovanissima si innamorò di Giuseppe Garibaldi e con lui condivise ideali di libertà e pericolose avventure, guadagnandosi l’appellativo di “Eroina dei due Mondi”.

Il pezzo mancante


2010 – Documentario
Produzione (Produttore)
2.5 2.5

Edoardo si è tolto la vita a 46 anni. Non sappiamo bene chi fosse in realtà il figlio di Gianni Agnelli, e sappiamo poco della storia di questa famiglia, nascosta e protetta per anni dal mito dell'Avvocato. Interviste a studiosi e amici, animazioni e filmati di repertorio, per una saga familiare lunga un secolo.

Amore che vieni, amore che vai


2007 – Drammatico
Produzione (Produttore)
2.2 2.2

Genova, 1963. Tre uomini - un contrabbandiere francese, un indolente protettore e un pastore sardo - decidono di tentare un colpo in grado di cambiare le loro vite. Riescono nell'intento ma il pastore, uccidendo il suo fratello gemello, si finge morto e fugge col bottino e la sua donna. In preda al rimorso, consegna la refurtiva a un prete incontrato per caso su un treno. Il destino gli gioca però un brutto scherzo.