Filmografia

Filmografia di Ludo Troch


La storia dell'amore


2016 – Drammatico, Romantico, Fantastico
Montaggio
2.3 2.3

Un libro andato perduto da molto tempo riappare all'improvviso misteriosamente e mette in connessione le vite di un anziano alla ricerca del proprio figlio e di una ragazza che tenta di porre rimedio alla solitudine della madre.

A casa nostra


2017 – Drammatico
Montaggio
2.6 2.6

Pauline è una affidabile e generosa infermiera indipendente che vive in un distretto minerario del nord della Francia. In un periodo di forte crisi economica, è costretta a prendersi cura da sola dei suoi due figli da sola e del padre, ex operaio siderurgico. Molte cose cambieranno quando un partito nazionalista in ascesa tenterà di sfruttare la sua popolarità candidandola a sindaco...

Violette


2013 – Drammatico
Montaggio
3.0 3.0

Violette, figlia illeggittima divenuta scrittrice, incontra Simone de Beauvoir nel dopoguerra. Tra le due donne scatta una passione e una lunga relazione fondata sulla ricerca della libertà nella scrittura da parte di Violette e sulla convinzione di Simone di avere tra le mani il destino di una straordinaria scrittrice.

Sarà il mio tipo? e altri discorsi sull'amore


2014 – Romantico
Montaggio
3.6 3.6

L'amore può sbocciare anche tra un filosofo e una parrucchiera. Clement, giovane professore di filosofia parigino autore del libro 'Dell'amore e del caso', viene trasferito in un paesino lontano da Parigi dove incontra Jennifer, una graziosa parrucchiera appassionata di karaoke convinta che un taglio di capelli possa cambiarti la vita. Quello che sboccia tra i due è un amore libero tra spiriti liberi: basterà l'attrazione per superare il divario culturale e sociale che li separa?

38 testimoni


2012 – Drammatico
Montaggio
2.5 2.5

Le Havre. Una giovane viene trovata morta in un bagno di sangue, proprio davanti alle scale del palazzo dove abita. Nulla si sa dell'assassino, e, cosa ancora più strana, nessuno dei vicini sembra aver sentito qualcosa. L'omicidio è avvenuto in piena notte. E' possibile che, data l'ora tarda, tutti dormissero profondamente? Oppure, proprio per questo motivo, era pressoché impossibile non udire distintamente le urla strazianti della vittima?