Filmografia

Filmografia di Karl Lukas


Il grande imbroglio


1986 – Commedia
Recitazione (Capitano della polizia)
0.0

La moglie di un ricco magnate gravemente malato cerca di convincere un assicuratore a inscenare un incidente per riscuotere l'assicurazione sulla vita del marito. L'uomo accetta ma si rende conto, troppo tardi, di essere caduto in una trappola.

Whiffs la guerra esilarante del soldato Frapper


1975 – Commedia, Poliziesco
Recitazione (Barista Wally)
0.0

Doudley Frappar è un soldato dell'esercito americano che, dopo essersi prestato come cavia per effettuare molteplici esperimenti sull'effetto di vari gas tossici, si è ormai assuefatto ai suoi effetti. Considerato inattendibile, il colonnello Lockey lo licenzia e Doudley, costretto a vivere di una pensione davvero misera, con l'aiuto di un amico decide di rapinare due banche irrorando l'intera cittadina di gas esilaranti.

Attento sicario: Crown è in caccia


1974 – Azione, Avventura, Commedia, Poliziesco
Recitazione (Guardia)
0.0

"Zio Frank" chiama Harry Crown per aiutarlo nella guerra tra gang che si è scatenata. La faccenda diventa presto personale perché "Big Eddie", l'avversario di Zio Frank, ha la pessima idea di rapire la fidanzata di Harry.

I duri di Oklahoma


1973 – Commedia, Drammatico
Recitazione (Vagabondo #1)
0.0

Durante il boom del petrolio in Oklahoma Lena Doyle, una dura e cinica femminista, cerca di tenere a bada gli interessi delle grosse compagnie nei confronti della sua azienda. Sarà costretta ad allearsi con il padre e con un mercenario per riuscire a tenere a bada le mire dei petrolieri, ma i tre insieme saranno ossi durissimi.

L'imperatore del Nord


1973 – Azione, Drammatico, Thriller
Recitazione
3.5 3.5

Oregon, 1933. Tra i vagabondi che si spostano per la nazione saltando da un treno all'altro, Number 1, mai scoperto dalle guardie ferroviarie, è una vera leggenda. Il suo mito cresce ancora di più quando decide di salire a bordo dell'«Imperatore del Nord» e ingaggia un'epica sfida con Shack, conduttore che si vanta di non aver mai permesso a un clandestino di salire su un suo treno