Filmografia

Filmografia di Jean-Pierre Zola


Mio zio


1958 – Commedia
Recitazione (Charles Arpel)
3.7 3.7

Il cognato di Monsieur Hulot è proprietario di una fabbrica all'avanguardia ed anche la casa in cui abita con la moglie e il figlio Gérard è tutta automatizzata ed ipertecnologica. Gérard, i cui genitori oltre ricchi sono spesso molto impegnati, potrà contare sulla compagnia dello zio Hulot.

Un amore perfetto o quasi


1979 – Commedia, Romantico
Recitazione
0.0

Un regista incontra al festival di Cannes la moglie di un grande produttore americano.

Lo straniero


1967 – Drammatico
Recitazione (Employer)
3.4 3.4

Mersault, modesto impiegato che vive e lavora ad Algeri, viene a sapere della morte della madre. Senza essere particolarmente addolorato si reca a vegliare la salma e la accompagna al cimitero. Dopo i funerali, al ritorno, incontra Marie, una dattilografa sua amica, e inizia una relazione con lei. Un suo vicino di stanza, Raymond, che si fa mantenere dalle donne, gli offre la sua amicizia e gli chiede aiuto per vendicarsi di una ragazza araba. Meursault, indifferente e disponibile a tutto, acconsente e uccide un arabo accanendosi a revolverate sul cadavere.

Arriva Dorellik


1967 – Comico, Commedia
Recitazione
2.0 2.0

Dorellik, un inafferrabile criminale ricercato dalle polizie di tutta Europa, riceve da un certo Raphael Dupont l'incarico di uccidere tutti i Dupont esistenti in Francia, dietro la promessa del pagamento di una grossa somma. Dorellik si mette subito al lavoro e nel volgere di un mese porta a compimento l'operazione. Presentatosi a riscuotere la somma pattuita, Dorellik ha però un'amara sorpresa: Raphael Dupont, che gli aveva commissionato la strage per restare l'unico candidato a un'eredità contesa, ha visto crollare tutte le sue speranze in seguito al rinvenimento di un testamento che destina ad altra persona ...

Belfagor


1965 – Thriller
1965 – Recitazione (Cacherot) – 2 episodi
4.3 4.3

Il commissario Menardier viene incaricato di condurre un'inchiesta sulla presenza di una misteriosa figura che si aggira nelle sale del Museo del Louvre, avvolta in un mantello con il volto nascosto da una maschera. Il presunto fantasma è stato visto vicino alla statua di Belfagor, antica divinità dell'inganno. Ben presto però la sua strada si incrocia con le indagini private di André Bellegarde, un giovane studente universitario, che cerca di risolvere il mistero dietro la maschera di Belfagor, sino a portarlo sulle tracce dell'antica setta dei Rosacroce.