Tutti Film Serie TV Personaggi Articoli News

Gigi Savoia

Attore
0

Filmografia di Gigi Savoia


Il generale dei briganti (FILM TV)


2012 – Drammatico, Storico
Recitazione

Basilicata. Vulture. Due uomini si cercano per una resa dei conti mortale: Mariano Aiello, deputato napoletano del governo unitario e Carmine Crocco, brigante lucano che nel 1860 aiutò i garibaldini a liberare la sua regione dal giogo Borbonico in cambio della promessa di libertà e riscatto sociale. Fu proprio Mariano, fervente mazziniano, a convincere il brigante e la sua banda a passare dalla parte dei democratici unitari per liberare la Basilicata. Ma ora quell'amicizia si è spezzata e volontà di vendetta per un presunto reciproco tradimento anima quei due cavalieri che si cercano nei boschi del Vulture.

Il sesso aggiunto


2011 – Drammatico
Recitazione (padre di Alan)
2.9 2.9

Alan è un tossicodipendente che vive la sua fragilità in balia di un'esistenza fatta di contraddizioni. La percezione di aver smarrito se stesso e il suo inconscio desiderio di ritrovarsi, lo portano a compiere un percorso nel mondo interiore della tossicodipendenza fino a sentire pulsare dentro di sé, dopo tanto, quel "dio" che è in ciascuno di noi. E' proprio quel "dio", "l'amore", che può permettere a chiunque di uscire da ogni forma di dipendenza, da ogni forma di schiavitù.

I delitti del cuoco


2010 – Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco
? – Recitazione
4.5 4.5

Carlo Banci, ex commissario di Polizia, apre un ristorante nella splendida Isola di Ischia. In questa nuova attività, Carlo si fa affiancare da tre "vecchie conoscenze" che in passato aveva fatto arrestare: l'avvelenatrice Castagna, la falsaria Margherita, il rapinatore Antonio. Il burbero chef, che in realtà non ha perso la sua passione per la giustizia e la difesa dei più deboli, avvalendosi dell'aiuto dei tre dipendenti, collabora seppur indirettamente alle indagini che, di volta in volta, coinvolgono Francesco, suo figlio adottivo, anch'egli poliziotto. Presto però, la vita dei nostri verrà sconvolta dall'arrivo di Elsie, una giovane ...

Incantesimo


1997 – Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Drammatico, Romantico, Drammatico, Drammatico, Drammatico
? – Recitazione
3.2 3.2

Incantesimo è una serie televisiva italiana, basata sulle vicende della "Clinica Life" di Roma e sulle storie sentimentali dei medici, infermieri ed avvocati che in essa lavorano. Inizialmente concepita come sceneggiato melodrammatico, poi nelle ultime due stagioni è diventata soap opera.

La squadra


2000 – Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco, Poliziesco
? – Recitazione
2.7 2.7

Le vicende quotidiane del commissariato Sant'Andrea del quartiere Piscinola di Napoli.