Filmografia

Filmografia di Friðrik Þór Friðriksson


Storie di cavalli e di uomini


2013 – Commedia, Drammatico, Romantico
Produzione (Produttore)
2.8 2.8

L'uomo ama la donna e la donna ama l'uomo; ma l'uomo è pazzo del suo bene più prezioso: la sua giumenta, che è ossessionata dallo stallone. In una valle isolata in Islanda, in cui gli abitanti si tengono d'occhio tutto il tempo, la prima visita ufficiale di una nuova coppia è strettamente monitorata. La primavera sta arrivando e con essa l'impetuosa forza della natura. Non può andare a finire bene. Amore e morte si intreccieranno con inaudite conseguenze per l'intera comunità.

60 Seconds of Solitude in Year Zero


2011 – Drammatico, Episodi
Regia
0.0

Un film antologico diretto da sessanta registi, ognuno dei quali gira un cortometraggio di un minuto incentrato sul tema della morte del cinema.

Mamma Gógó


2010 – Drammatico
Regia, Sceneggiatura, Produzione (Produttore)
0.0

Un regista si trova in serie difficoltà quando a sua madre Gogò viene diagnosticato il morbo di Alzheimer. L'uomo ha problemi finanziari a causa del fallimento del suo ultimo film, e sua madre inizia a perdere progressivamente contatto con la realtà. La famiglia opta per ricoverare la donna in una casa di cura: ma né lei né il suo defunto marito, apparso sotto forma di fantasma, approvano la decisione.

Reykjavik-Rotterdam


2008 – Thriller
Produzione (Produttore esecutivo)
0.0

Un ex marinaio contrabbandiere di alcol, divenuto una guardia di sicurezza, a causa di problemi finanziari viene spinto da un amico di dubbia moralità a compiere un ultimo viaggio.

Il grande capo


2006 – Commedia
Recitazione (Finnur)
3.1 3.1

Il proprietario di un'azienda di informatica vuole vendere. C'è solo un problema: quando ha creato l'azienda ha inventato un finto capo dietro il quale nascondersi quando doveva prendere decisioni impopolari. I futuri compratori insistono nel voler negoziare con il capo in persona, così il proprietario decide di assumere un attore fallito per interpretare la parte. Improvvisamente l'attore scopre di essere la garanzia di un gioco che mette a dura prova il suo spessore morale.