Francesco Lanzillotta

Compositore
Biografia

Cenni biografici di Francesco Lanzillotta


Francesco Lanzillotta nasce a Roma nel 1977. Si diploma in direzione d'orchestra con il Maestro Bruno Aprea e in composizione con il Maestro Luciano Pelosi con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio di Musica S. Cecilia di Roma. Ha studiato inoltre pianoforte con il Maestro Velia de Vita.

Ha frequentato il corso di Direzione di Coro e tecnica vocale tenuto dal Maestro Gary Graden ad Arezzo presso l'associazione Guido d'Arezzo, il corso di Composizione tenuto dal Maestro Pascal Dusapin presso l'Accademia di Francia di Roma, il Conducting Institute con il Maestro Harold Farberman a New York presso il Bard College, il corso di perfezionamento in Direzione d'Orchestra con il Maestro Bruno Aprea a Cava de' Tirreni, il corso di Direzione d'Orchestra all'Accademia Chigiana di Siena con il Maestro Gianluigi Gelmetti e il Master in in Direzione d'orchestra tenuto dal Maestro George Phelivanian a Madrid con la Jonde Orquestra.

Le sue composizioni sono state eseguite in importanti festival quali La Sagra Musicale Umbra, Festival Musica d'Oggi, Nuovi Spazi Musicali, Festival di Anagni, I.U.C." etc. Ha scritto per ensemble quali Concentus Romae, Quartetto Pessoa, Gruppo Strumentale Musica d'Ogg", per il duo Pincini-Butta, etc.

Nel giugno del 2000 è stato selezionato fra i 25 giovani compositori italiani che hanno partecipato alla rassegna Primaverona organizzata dal Maestro Marco Tutino in collaborazione con L'Arena di Verona. Nel 2004 ha vinto la menzione speciale al concorso di composizione Oreste Sindici, e sempre nello stesso anno è risultato finalista al concorso di composizione Vieri Tosatti e nel 2005 ha vinto il primo premio al concorso Valentino Bucchi con la composizione Rapsodici Percorsi per violino e orchestra, nel 2007 il primo premio al concorso di composizione Nino Rota e nel 2008 il premio Enap.

Ha scritto inoltre musiche per diversi lavori teatrali e colonne sonore per cortometraggi e film quali Piccole cose di valore non quantificabile, Nessun messaggio in segreteria di Paolo Genovese e Luca Miniero ed ha collaborato con Nanni Moretti per Il Caimano. Ha inoltre scritto le musiche per il balletto L'Angelo Azzurro messo in scena dalla compagnia Astra Roma Ballet di Diana Ferrara presso il Teatro Sistina e per il balletto Narciso che dopo aver debuttato al Teatro Olimpico di Roma è attualmente in tournée nei principali teatri italiani. Ha composto inoltre il musical Candido.

E' stato segnalato dal Maestro Ennio Morricone al Ministero degli Esteri, come uno dei cinque giovani compositori italiani in grado di ottenere una borsa di studio.
Come direttore e' stato assistente del Maestro M. Nyman, ha diretto presso Il Parco della Musica, l'auditorium dell'Università di Tor Vergata, Il Conservatorio di Bolzano, il Conservatorio di Musica S.Cecilia di Roma, a Lerici (SP) all'interno della rassegna di musica contemporanea Sguardi Musicali, Il Goehte Institute, l'Auditorium Pio, l'Aula Magna dell'Universita' di Rende (CS), l'auditorium del Divino Amore, il teatro Piccinni a Bari, etc.
Nel 2007 ha diretto la prima rappresentazione in tempi moderni dell'oratorio Judith, seu Bethuliae Liberatio di Nicola Sala al Teatro Comunale di Benevento, la prima esecuzione de La Cantata per la nascita del Delfino di Domenico Cimarosa e nel 2008, la prima esecuzione del concerto per flauto e orchestra di Rolla.

Ha diretto numerose composizioni di autori contemporanei quali Matteo D'Amico, Marcello Panni, Ennio Morricone, Ada Gentile, Luciano Pelosi, Carlo Galante. Ha collaborato con artisti quali, Ennio Morricone, Franco Maggio Ormezowsky, Ars Trio, Susanna Rigacci, Marco Rogliano, Vincenzo Bolognese, Antonio Salvatore, Gianni Oddi, Alessandro Bonanno, Maddalena Crippa, Roberto Abbondanza, Massimo Wertmuller, Pino Insegno, Michael Bolton etc.
Ha diretto l'Orchestra Regionale di Roma e del Lazio, l'Orchestra del Conservatorio S. Cecilia, l'Orchestra Sinfonica Abruzzese, la Jonde Orquestra, l'Orchestra da Camera Fiorentina e l'orchestra Eufoniarchè.