Filmografia

Filmografia di Dan Seymour


Incredibile viaggio verso l'ignoto


1975 – Avventura, Fantascienza, Fantastico, Ragazzi
Recitazione (Medium)
0.0

Tommy e Tia sono due fratellini provenienti da un altro pianeta, che sbalordiscono tutti coloro che incontrano. Tony, suonando una fisarmonica a bocca può vincere la forza di gravità, mentre la sorellina Tia, ha dei poteri extrasensoriali, percepisce presente, passato e futuro. Per sfuggire ad un rapimento, i due scappano con il loro inseparabile gatto nero e si rifugiano da Jason O'Day che, appassionatosi al loro caso, li nasconde nella propria roulotte. L'inseguimento dei cattivi, viene ostacolato dai prodigi dei due fratellini.

Watussi


1959 – Avventura
Recitazione (Mohamet)
0.0

Harry Quartermain si reca in Africa sulle tracce del padre morto durante una sfortunata spedizione alla ricerca delle favolose miniere di Re Salomone. Sul posto Harry incontra Rick Cobb, esperto cacciatore ed amico di suo padre...

La vendetta del dottor K.


1959 – Drammatico, Fantascienza, Horror
Recitazione (Max Berthold)
5.0 5.0

Il figlio del dottor K, morto in seguito ad un esperimento scientifico di disintegrazione, vuole seguire le orme del padre e ricostruire il macchinario sperimentale. Il suo assistente, che vuole rubargli il progetto, inserisce nella macchina disintegratrice, insieme al giovane, una mosca. Come già avvenuto al dottor K, il risultato è la mostruosa fusione dei due corpi.

La storia di Buster Keaton


1957 – Commedia, Drammatico
Recitazione

Dopo aver scalato il successo nel mondo del cinema sia come interprete che come regista, Buster Keaton mette in pericolo la sua carriera perdendosi nell'alcol, per dimenticare il rifiuto di una donna per cui aveva perso la testa.

L'alibi era perfetto


1956 – Drammatico, Noir, Poliziesco
Recitazione (Greco)
3.5 3.5

Il direttore di un giornale, contrario alla pena di morte, decide di iniziare una campagna per abolirla. Convince il futuro genero ad autoaccusarsi dell'omicidio di una ballerina rimasto senza colpevole, per dimostrare poi, fornendo le prove dell'estraneità dello scrittore, la fallibilità del giudizio umano.