Filmografia

Filmografia di Claudio Undari


Libero burro


1999 – Commedia
Recitazione (Tito)
3.0 3.0

Libero Burro, quarantenne centromeridionale appena giunto a Torino per fare il manager, ha subito tentato il grande affare, accaparrandosi "La cavallerizza", uno stabile in pieno centro da ristrutturare. Le sue giornate trascorrono tra il ristorante del marsigliese Tony, dove racconta ai ragazzi che lo ascoltano i suoi ambiziosi progetti, e la scuola serale, alla quale è iscritto per prendere il diploma di geometra. Quando però la sua intraprendenza comincia a dar fastidio a qualcuno, l'imprenditore Gaetano Novaro comincia a mettergli i bastoni tra le ruote.

Chissà perché... capitano tutte a me


1980 – Commedia, Fantascienza
Recitazione (Capo degli alieni)
3.0 3.0

L'esercito cerca ancora di catturare il piccolo extraterrestre H-7-25, che è tornato sulla terra per restare con lo sceriffo. I due sono costretti a spostarsi da uno stato all'altro, ma alla fine lo sceriffo accetta un incarico a Monroe. In poco tempo lo sceriffo sconfigge la criminalità locale, ma un nuovo pericolo è in agguato: gli extraterrestri si sono stabiliti sulla terra e vogliono prenderne possesso agendo sulla volontà degli esseri umani.

California


1977 – Western
Recitazione (Eric Plummer)
0.0

Alla fine della guerra di Secessione americana, due sudisti fanno ritorno ai loro paesi. Uno dei due viene ucciso e l'altro, deciso a vendicarlo, resta con la famiglia dell'amico.

La bella e la bestia


1977 – Erotico
Recitazione (Lo Zar)
3.0 3.0

Quattro episodi piccanti: una bellissima schiava ricatta lo Zar, un uomo rinchiude la moglie adultera con due mastini affamati, un giovane chein collegio si scopre masochista, e una donna si concede al cugino la notte prima di sposarsi.

Il cinico, l'infame, il violento


1977 – Thriller
Recitazione (Dario)
3.0 3.0

Dopo aver testimoniato contro Luigi Maietto, detto il Cinese, il commissario di polizia Leonardo Tanzi viene aggredito dai complici del boss che intanto è riuscito a fuggire dal carcere. Sconvolto e assetato di giustizia, il poliziotto, in aperto contrasto con i suoi superiori che non approvano i suoi metodi violenti, decide di vendicarsi facendo scatenare, con l'intelligenza, una guerra interna alla malavita.