X Factor, da stasera su RaiDue

Un pizzico di curiosità e qualche polemica per il debutto di Francesco Facchinetti nelle vesti di conduttore del talent-show prodotto dalla Magnolia. In giuria Simona Ventura, Morgan dei Bluvertigo e la produttrice Mara Maionchi.

Prende il via stasera su RaiDue alle ore 21.00 X Factor il talent show condotto da Francesco Facchinetti e prodotto dalla Magnolia e dalla Grundy Italia. Un debutto coraggioso, se consideriamo che il programma dovrà scontrarsi con il Grande Fratello, che stasera ospiterà il capitano della Roma Francesco Totti e che si tratta della prima volta che l'emittente decide di affidare la conduzione di un programma a Facchinetti, che finora ha alternato la carriera musicale a quella di conduttore radiofonico e le cui uniche esperienze televisive sono quelle di concorrente e poi inviato dell'Isola dei Famosi. Simona Ventura - che in X Factor si è ritagliata un ruolo di giurata e di capogruppo degli over 24 - assicura però che Facchinetti "E' il più bravo della sua generazione" e approfitta dell'incontro con la stampa per la presentazione del programma per ribadire che il neo-conduttore "Non è stato scelto perchè viene a letto con me e mi fa schifo sentire che si dica che se do un'opportunità ad una persona, è perchè c'è un motivo dietro: questo è un ragionamento da falliti"

Protagonisti di questa prima edizione del programma sono quindici ragazzi che sono stati divisi in squadre di cinque: 16-24 anni, over 24 e gruppi vocali. Sembra che le selezioni dei candidati siano state decisamente impegnative, considerato che si sono svolte a Roma, Rimini, Milano, Bari e Napoli per un totale di diecimila provini. Ai casting nelle città italiane sono seguite ulteriori selezioni nei bootcamp, nei quali i candidati hanno lavorato affiancati da un giudice e tra loro sono stati scelti coloro che sono risultati idonei alla partecipazione al programma.
Nel corso delle puntate i concorrenti si sottoporranno al giudizio del pubblico da casa e dei tre giudici, che si esprimeranno sul talento e sulle performances dei membri delle loro squadre e di quelle avversarie. I giudici e capigruppo saranno affiancati da un vocal coach e da uno stylist.

"Non si tratta di quindici aspiranti cantanti" ha spiegato Facchinetti "Ma di quindici cantanti professionisti: tra di loro stiamo cercando una vera star". Gli ha fatto eco il produttore di Magnolia, Giorgio Gori sostenendo che il programma potrà essere utile all'industria musicale, che attraversa un momento difficile: _ "Se riusciremo davvero a promuovere una nuova star credo che avremo fatto un buon lavoro".
Intanto bisognerà vedere se il programma riuscirà a replicare lo strepitoso successo del format britannico, che ha lanciato star da hit parade come Leona Lewis, ma la Ventura ha ambizioni più alte, ovvero che X Factor diventi
"Un programma di culto, il cui valore educativo sta nel dimostrare che alla realizzazione dei sogni ci si può arrivare con il lavoro. Vogliamo aiutare dei giovani che hanno talento"_.

X Factor, da stasera su RaiDue
Privacy Policy