X-Factor 4, seconda puntata: eliminata Sofia

Nuovo appuntamento con la quarta edizione del talent show di RaiDue e nuova eliminata della categoria di Anna Tatangelo: Sofia, sconfitta allo scontro finale con la compagna di squadra Dorina. Ospiti di questa sera J-Ax e Neffa, duo di rapper unito dal progetto 'Due di picche'.

Con l'eliminazione di Alessandra Falconieri, da molti non considerata la peggiore degli artisti in gara ad X-Factor 4, la tensione tra i giovani artisti è cresciuta fino alla seconda puntata che ha portato all'uscita di scena di Sofia, lasciando Anna Tatangelo con un'unica artista in gara.
Una settimana in cui i quattro giudici hanno giocato le loro carte, assegnando ai propri cantanti le canzoni che ritenevano più adatte a sfruttare le loro potenzialità, con l'unico ripensamento per Anna Tatangelo, che ha cambiato il brano assegnato a Sofia Buconi da Unforgivable Sinner di Lene Marlin a Lately di Stevie Wonder, tra le canzoni preferite della ragazza, forse con la speranza di darle quella sicurezza mancata nella prima puntata.
Ma è stata anche una settimana che ha visto la definizione dei primi equilibri nel loft che ospita i talenti, tra un Nevruz accampato in sala prove per strappare qualche ora di sonno e le inevitabili tensioni sessuali in presenza di ragazzi e ragazze così giovani, con Sofia e Dorina apparentemente turbate da Davide e Ruggero, ancora minorenni.

La gara è stata come d'abitudine divisa in due manche, la prima delle quali è stata aperta dai Borghi Bros, tra gli artisti ritenuti più a rischio di eliminazione. Dopo la parentesi cantautorale della scorsa settimana, Enrico Ruggeri si è affidato all'immediatezza di Pretty Woman, nella versione più rockeggiante di Van Halen. Per loro buona presenza scenica e grande energia, ma purtroppo poco altro.
E' stato poi il turno del giovanissimo Davide Mogravo, alle prese con La Luce Dell'Est, canzone tra le meno note di Lucio Battisti, quindi anche in questo caso netta discontinuità rispetto alla prima puntata ed agli Aerosmith. Look semplice e coreografia molto statica, movimentata dalle foto del ragazzo visualizzate sugli schermi che decorano il palco, ma prova più che soddisfacente, seppur meno accattivante di quanto visto una settimana fa.
Palco occupato subito dopo da Dorina Leka, alla quale la Tatangelo ha assegnato un pezzo forse poco grintoso, ma sicuramente appartenente al suo mondo musicale: Secretly degli Skunk Anansie. Un passo verso di lei che la ragazza ha accolto bene, superando in parte la diffidenza iniziale e facendo a sua volta un passo verso la sua caposquadra, mettendo tutta sè stessa nel preparare l'esibizione, sicuramente riuscita nonostante la difficoltà del brano.
Ci si è mantenuti su atmosfere rock con Nevruz Joku, che questa volta ha interpretato Pugni Chiusi dei Ribelli: brano più indicato per mettere in evidenza gli aspetti complessi della sua personalità artistica e messa in scena adatta a sottolinearli, con le foto realizzate da Luca Tommassini proiettate alle sue spalle. Meno riuscita questa volta la parte vocale, come evidenziato dai giudici che si sono lanciati in una discussione sull'importanza dell'intonazione nell'economia delle esibizioni degli artisti.
Modello di riferimento più che impegnativo per Ruggero Pasquarelli con The Great Pretender dei The Platters, interpretata successivamente anche da Freddy Mercury. Un confronto dal quale il ragazzo, il più giovane del gruppo di concorrenti, non poteva che uscire sconfitto nonostante la notevole capacità di tenere la scena e la precisione nel canto.
Chiusura della prima sezione di gara affidata ai Kymera in una esibizione molto costruita dal punto di vista visivo grazie al lavoro di Tomassini che ha messo in piedi un vero e proprio video sul palco di X-Factor. Enfasi spostata quindi sull'aspetto visivo per la loro versione di Shock The Monkey di Peter Gabriel e passo avanti rispetto alla Frozen dell'esordio, ma ancora molta strada da fare per il duo.

Seconda manche aperta all'insegna dell'esperienza con Manuela Zanier della squadra degli Over 25 capitanati da Elio. La canzone scelta per lei è stata La Spada Nel Cuore di Patty Pravo, quindi anche per lei un modello di riferimento di altissimo livello. Ciononostante look e messa in scena meno altezzose, nel tentativo di ridurre la distanza e la freddezza percepita tra lei ed il pubblico.
Messa in scena sacrificata ed essenziale a causa del cambio di brano dell'ultim'ora per Sofia ed esibizione più intima ed emozionante che dimostra dei passi avanti rispetto alla puntata precedente, non sufficienti ad assicurarle il favore del pubblico.
Ultimo gruppo in gara gli Effetto Doppler, considerato il più solido tra i tre concorrenti del giudice Ruggeri. La loro è stata un'esibizione riuscita in parte, forse a causa delle difficoltà riservate da Ti Vorrei Sollevare di Elisa, forse a causa di un'amalgama di gruppo non del tutto messa a fuoco.
Trucco scomposto, grande energia e solita grinta graffiante per Nathalie Giannitrapani alle prese con Time is Running Out dei Muse e chiusura affidata, per contrasto, alle emozioni di Stefano Filipponi, appartenente alla scuderia di Mara Maionchi, per il quale la discografica ha scelto Quanto t'ho Amato del maestro Nicola Piovani (cantata da Roberto Benigni). L'esibizione nel suo insieme funziona alla perfezione, lasciando in lacrime pubblico, parte dei giudici e degli opinionisti di Extra Factor e lo stesso giovane cantante.

Se per Sofia ci si poteva attendere lo scontro finale, a causa di quanto visto anche nel corso della scorsa settimana, per Dorina si è trattata di una vera sorpresa. Tra le due è stata inevitabile la scelta dei giudici nei confronti di Dorina, più volte apprezzata da tutti. A Sofia resta la soddisfazione delle due esibizioni finali eseguite con stile, ma è giusto che tra le due sia la ragazza di origine albanese a proseguire il suo cammino in X-Factor, come unica concorrente ancora in gara di Lady Tata.

Meno internazionalità per quanto riguarda il comparto ospiti della seconda puntata: in studio i Due di picche, progetto dei due più noti cantanti hip hop italiani, J-Ax e Neffa, protagonisti dell'estate appena passata con il singolo Faccia come il cuore, estratto dall'album C'eravamo tanto odiati.
Restano dieci cantanti in gara per aggiudicarsi il premio finale rappresentato dal contratto discografico da 300.000 euro e soltanto le undici puntate che mancano alla conclusione di X-Factor 4 potranno rivelarci chi riuscirà a vincere questa edizione del talent show.

X-Factor 4, seconda puntata: eliminata Sofia
Privacy Policy