World War Z

2013, Azione

World War Z: il sequel perde Marc Forster

Il regista non tornerà a dirigere Brad Pitt nella nuova avventura horror per dedicarsi ad altro.

Con un incasso di 540 milioni di dollari alle spalle, Paramount Pictures e Plan B hanno fretta di mettere in cantiere il sequel di World War Z. La pellicola che vede la star Brad Pitt in lotta contro il tempo per arginare un'epidemia che trasforma gli esseri umani in zombie, avrà presto un seguito altrettanto spettacolare che però non vedrà il ritorno del regista Marc Forster dietro la macchina da presa. E' lo stesso Brad Pitt, interprete e produttore del lungometraggio, a confermare la notizia spiegando che al momento la produzione sta vagliando idee diverse per il sequel, ma che Forster non ha intenzione di occuparsene. "Stiamo parlando del sequel" spiega Pitt "e stiamo cercando la sceneggiatura adatta. Abbiamo un sacco di idee da sviluppare. Al momento nessuno sta ancora scrivendo, ma stiamo facendo brainstorming".

Marc Forster, però, sembra davvero intenzionato a concentrarsi su altri progetti, come dichiara lui stesso: "Mi piace esplorare mondi diversi. Se non mi sono mai cimentato con un genere, mi piace mettermi alla sfida". Evidentemente la sfida con gli zombie sente di averla già vinta. Di cosa si occuperà adesso?

World War Z: il sequel perde Marc Forster
Privacy Policy