Will Smith abbandona Brilliance

Dopo il flop di After Earth, Smith si tira indietro e rinuncia a interpretare il nuovo progetto fantascientifico che gli era stato offerto.

A sorpresa Will Smith ha deciso di abbandonare il progetto che lo vedeva perotagonista, il fantascientifico Brilliance, adattamento targato Universal/Legendary Pictures del romanzo di Marcus Sakey diretto da Julius Onah. Le ragioni dell'abbandono non sono chiare, ma adesso ci si chiede se la perdita di una star del peso di Will Smith causerà ritardi nella produzione che vede nel cast la star di Prometheus Noomi Rapace.

Brilliance segue le disavventure di alcuni personaggi. In Wyoming, una ragazzina è in grado di interpretare i segreti più oscuri delle persone dal mondo in cui incrociano le braccia. A New York un uomo intuisce l'andamento della borsa e guadagna milioni di dollari. A Chicago una donna è in grado di diventare invisibile. Queste persone sono chiamate "brillanti" e fin dal 1980 l'uno per cento della popolazione mondiale nasce dotata di questi poteri. Tra di essi vi è Nick Cooper, un agente federale che ha il dono di distinguersi nella caccia ai terroristi. Il suo ultimo bersaglio è uno degli uomini più pericolosi del mondo, anche lui un "brillante", ma intenzionato a usare i propri poteri per provocare una guerra civile. Cooper dovrà violare ogni norma e credo, arrivando a tradire la propria specie per riuscire a fermare il suo nemico.

Di recente Will Smith ha recitato nello sfortunato sci-fi di M. Night Shyamalan After Earth.

Will Smith abbandona Brilliance
Privacy Policy