L'uomo che fissa le capre

2009, Commedia

Week-end in sala tra nemici pubblici, cavernicoli e capre

Grandi titoli in uscita per il weekend cinematografico del 6 novembre, con 'Nemico Pubblico - Public Enemies' di Michael Mann, interpretato da Johnny Depp e Christian Bale, ma anche con L'uomo che fissa le capre, la divertente commedia con George Clooney, Ewan McGregor e Kevin Spacey. In uscita anche la commedia paleolitica 'Anno Uno', e gli italiani 'Alza la testa' e 'Marpiccolo'.

Capre e gangster per un weekend di cinema davvero stellare: tra i film in uscita questo fine settimana sarà davvero difficile scegliere tra l'ultimo lavoro di Michael Mann e il divertente L'uomo che fissa le capre, considerato che nei cast di questi due film figurano star del calibro di Johnny Depp, Christian Bale, George Clooney ed Ewan McGregor. La scelta tuttavia non è limitata certo ai film di Mann ed Heslov, visto che sarà anche un week-end di cinema italiano con drammi intensi come Alza la testa e Marpiccolo e il biopic Popieluszko.

Marion Cotillard e Johnny Depp in una romantica immagine del film Nemico pubblico
Con Nemico pubblico - Public Enemies, Mann porta sul grande schermo una caccia all'uomo, tra le più famose della storia americana, ovvero quella portata avanti da Melvin Purvis, leggendario agente del FBI, che dopo anni di indagini, riuscì a fermare l'ascesa del gangster John Dillinger e dei suoi compari. I ruoli dei due antagonisti sono affidati a due interpreti carismatici come Christian Bale e Johnny Depp, i quali sono affiancati da Channing Tatum, Billy Crudup, la splendida Marion Cotillard, Leelee Sobieski, Emilie de Ravin, Giovanni Ribisi e Stephen Dorff. (Leggi la recensione del film e l'intervista a Mann)

Jeff Bridges nel film The Men Who Stare at Goats
Come il film di Mann, anche L'uomo che fissa le capre è ispirato a vicende realmente accadute - raccontate da Jon Ronson nel suo libro Capre di guerra - ma il plot del film di Heslov è decisamente più disteso, anche se offre indubbiamente degli spunti di riflessione. E' la storia di un reporter, Bob Wilton, che si imbatte nello scoop della sua vita quando incontra il soldato Lyn Cassady, che sostiene di essere un reduce con particolari poteri psichici reintegrato nell'esercito americano dopo l'11 settembre. I due uomini intraprendono un viaggio attraverso l'Iraq osservando il lavoro delle unità segrete impegnate a formare soldati con presunti poteri paranormali. Accanto alla star George Clooney - che ha presentato il film a Venezia - nel cast de L'uomo che fissa le capre figurano anche Ewan McGregor, Kevin Spacey, Robert Patrick e Jeff Bridges. (Leggi la recensione della pellicola)
Michael Cera e Jack Black in un'immagine del film Year One
Si continua a sorridere con Anno Uno, la commedia paleolitica diretta da Harold Ramis e interpretata da Jack Black e Michael Cera nei ruoli di due cacciatori che vengono allontanati dal villaggio primitivo in cui vivono. I due decidono quindi di intraprendere un lungo e avventuroso viaggio attraverso un pericoloso e lussureggiante mondo antico. Accanto ai due protagonisti - l'irresistibile Black e il lanciatissimo Michael Cera, star di Ti presento i miei - Arrested Development, affermatosi poi con SuxBad - 3 menti sopra il pelo e Juno, figurano anche la sexy Olivia Wilde, Hank Azaria, Juno Temple e Oliver Platt.
(Leggi la nostra recensione)

Lorenzo (Gabriele Campanelli e Mero (Sergio Castellitto) sono i protagonisti di Alza la testa
Non sarà solo un weekend di cinema a stelle e strisce, perchè nel carnet delle nuove uscite figurano anche due pellicole italiane come Alza la testa di Alessandro Angelini, e Marpiccolo di Alessandro di Robilant, oltre al biopic Popieluszko, anche questo presentato all'ultimo Festival di Roma. Il protagonista di Alza la testa è Mero, un padre single, interpretato da Sergio Castellitto, che ha un figlio, Lorenzo, nato da una relazione con una donna abanese che è la sua unica ragione di vita. Mero, che era stato un pugile dilettante, vede in Lorenzo una possibilità di riscatto ed è per questo che lo allena duramente, insegnandogli giorno dopo giorno a tirare pugni e a difendersi dai colpi bassi della vita. Il ritorno della madre di Lorenzo, Denisa, mentterà padre e figlio di fronte a qualcosa di inaspettato, che dovranno inevitabilmente affrontare. Accanto a Castellitto (che abbiamo intervistato a Roma) nel cast del film, figurano l'esordiente Gabriele Campanelli nel ruolo di Lorenzo, quindi Anita Kravos, Duccio Camerini e Augusto Fornari. (Leggi la recensione del film)

Giulio Beranek abbraccia Anna Ferruzzo in una scena del film Marpiccolo
Anche il protagonista di Marpiccolo è un giovane che si ritrova a lottare per cambiare il suo destino, sullo sfondo di una Taranto oppressa dalla malavita. Con un padre malato di videopoker e una madre impegnata a contrastare l'installazione di un'antenna davanti a una scuola elementare, Tiziano finisce col mettersi in seri guai quando per rincorrere il sogno di cominciare una vita diversa in un posto lontano, con la sua ragazza, svaligia la cassaforte della villa del boss locale. Il ruolo di Tiziano è stato affidato al giovane Giulio Beranek, il quale è affiancato da un cast formato da Anna Ferruzzo, Giorgio Colangeli, Valentina Carnelutti e Michele Riondino. (Leggi la recensione del film e l'intervista al regista e cast)
Una sequenza di Popieluszko, un film di Rafal Wieczynski
Sempre dal Festival di Roma, come dicevamo, arriva in sala il dramma Popieluszko, diretto da Rafal Wieczynski, e incentrato sulla figura di un sacerdote polacco, che nell'agosto del 1980, dopo il primo pellegrinaggio di Giovanni Paolo II in Polonia, affiancò i lavoratori e partecipò insieme a loro alla rivolta di Solidarnosc, arrivando a sfidare apertamente il regime. (Leggi la recensione del film)

Una bella immagine di Berlin Calling (2008)
Segnaliamo infine l'uscita limitata di Berlin Calling, un film di Hannes Stöhr che è stato presentato la scorsa estate al Festival di Locarno. Interpretato da Paul Kalkbrenner, Rita Lengyel e Corinna Harfouch, il film è incentrato su DJ Ickarus, un produttore techno che insieme a Mathilde, sua fidanzata e manager, gira il mondo fino a quando la vita sregolata e l'abuso di stupefacenti non lo costringono al ricovero in una struttura psichiatrica.
(Leggi la recensione del film)

Week-end in sala tra nemici pubblici, cavernicoli...
Privacy Policy