Venezia 65: Tierra y Pan premiato per Corto Cortissimo

Il premio è stato assegnato al regista messicano Carlos Armella che 'in pochi minuti ha saputo rappresentare un dramma di miseria e solitudine, sfruttando al meglio le possibilità cinematografiche'.

Maria Vittoria Galeazzi

Il direttore della Mostra di Venezia, Marco Müller e il presidente di giuria della sezione Corto Cortissimo, il regista e attore Amos Poe, hanno premiato con il Leone d'oro il cortometraggio Tierra y Pan del regista messicano Carlos Armella. "In pochi minuti e utilizzando un unico spazio, il regista ha saputo rappresentare una storia drammatica di miseria e solitudine, sfruttando al meglio le possibilità cinematografiche", ha spiegato Poe.

Su 1500 corti selezionati, è stato difficile scegliere un gruppo di venti corti da far gareggiare e ancora di più un vincitore. Sono stati molti i film di alto valore che hanno fatto sì che la sezione Corto Cortissimo funzionasse. Un ottimo biglietto da visita è stato sicuramente lo scegliere di inaugurare le proiezioni dei corti con Eve, il film diretto da Natalie Portman e interpretato da Ben Gazzara e Lauren Bacall.

Inoltre sono stati assegnati altri due riconoscimenti, tra cui una menzione speciale per Vacsora (The Dinner) diretto dall'ungherese Karchi Perlmann, e un premio per il Miglior Corto U.I.P. Europeo per il film Zand (Sand) dell'olandese Joost Van Ginkel.
Poe tiene infine a ricordare tra i molti film meritevoli, il vietnamita Ten (Dieci), cortometraggio censurato dal governo del Vietnam arrivato a Venezia in formato dvd. "Ritengo che nessuno abbia il diritto di fermare una qualsiasi forma d'arte", conclude il presidente di giuria spalleggiato da Müller e da un caloroso applauso.

Venezia 65: Tierra y Pan premiato per Corto...
Privacy Policy