Venezia 63: presentate le giurie

La Deneuve presenta in conferenza stampa i membri della giuria internazionale di questa edizione della Mostra del Cinema

Catherine Deneuve, presentando alla stampa la giuria internazionale che si appresta a presiedere, parla con la massima considerazione della Mostra del cinema: "Questa manifestazione occupa un posto di particolare rilevo nel circuito dei festival cinematografici. Certo, ha avuto alti e bassi, ma oggi gli 'alti' prevalgono decisamente. Anzi, direi proprio che la Mostra è più alto in Europa, quello più all'avanguardia.''
Quanto al suo ruolo di Presidente, la Deneuve promette che non sarà autoritaria: "Cercherò semplicemente di guidare le discussioni tra giurati in modo che procedano nella maniera più armoniosa possibile. Non penserò da presidente ma cercherò di calrmai nella giuria, considerandola un organismo corale."

Michele Placido, in giuria assieme a Cameron Crowe, Park Chan-Wook, Bigas Luna, Chulpan Khamatova e Paulo Branco, parla delle recenti polemiche sulla rivalità della Mostra con la Festa del Cinema di Roma, la cui edizione inaugurale si svolgerà in ottobre: ''La mostra di Venezia ha più di sessant'anni di storia e rappresenta un elemento importante nella storia del cinema mondiale. La festa di Roma muove i suoi primi passo e ci vorrà qualche tempo prima di poter tentare un confronto. Ci vorranno anni e anni di lavoro per competere con la mostra di Venezia, ma noi tutti ci auguriamo che a Roma facciano un buon lavoro.''
Anche Davide Croff, preseidente della Biennale, parla di Roma durante il consueto saluto per l'apertura dei lavori della Mostra, auspicando un cambio di date che possa favorire la coesistenza tra le due manifestazioni: "Se la distanza temporale tra Venezia e Roma verrà un po' divaricata, questo senz'altro sarà un elemento tecnico che aiuterà tutti''.

Venezia 63: presentate le giurie
Privacy Policy