La regola del silenzio

2012, Drammatico

Venezia 2012, giorno 9 in compagnia di Robert Redford

Il filippino Brillante Mendoza in concorso con Thy Womb, mentre Redford presenta The Company You Keep fuori concorso. In Orizzonti Salvatore Mereu presenta il suo Bellas Mariposas.

Il titolo di punta di questa nona giornata della Mostra del Cinema è sicuramente The Company You Keep di Robert Redford, che vede il regista anche nelle vesti di interprete accanto al giovane Shia LaBeouf e un ricco cast nel quale spiccano i nomi di Susan Sarandon, Stanley Tucci, Nick Nolte e Brendan Gleeson. E' la storia di Jim Grant, un avvocato che si occupa di diritti civili e che vive con sua figlia in un tranquillo quartiere nei dintorni di New York, e che vede la propria esistenza rivoluzionata dalle rivelazioni di un giovane giornalista, Ben Shephard, il quale svela pubblicamente che egli è un pacifista estremista evaso e ricercato per un omicidio commesso negli anni Settanta. Grant si dà alla fuga, e si unisce al suo vecchio gruppo i Weather Underground, mentre Shephard continua incautamente a scavare nel suo passato, nel tentativo di dare un bello slancio alla sua carriera.
"Questa è una storia sulle conseguenze delle nostre scelte di gioventù, che a volte possono essere sbagliate, e di come le sfide dell'amore e della persuasione possano penetrare il tempo ed essere pericolose e inevitabili." ha detto Redford, che manca sugli schermi dal 2007, anno in cui ha diretto e interpretato Leoni per agnelli e che oggi presenta il suo ultimo lavoro Fuori concorso.

Thy Womb: un'immagine dal set
Ad affiancare la pellicola di Redford, ma nella sezione competitiva, ci sono Thy Womb di Brillante Mendoza - regista filippino che ormai si è imposto all'attenzione della critica internazionale con la sua presenza costante nei festival più importanti - e il drammatico La cinquième saison di Peter Brosens e Jessica Woodworth.
Con il suo film Mendoza ci fa conoscere i Bajau, una delle popolazioni più interessanti delle Filippine meridionali, che vengono soprannominati zingari del mare perchè sono esperti nel costruire vari tipi di imbarcazioni oltre che nella pesca e come cercatori di perle e tessitori di tappeti, mentre lo scenario in cui ci portano gli autori del secondo film in concorso non potrebbe essere più tragico e inquietante: un inverno che si prolunga più del necessario a causa di una calamità, e getta un piccolo villaggio belga situato nel cuore delle foreste delle Ardenne in un baratro di disperazione e violenza. Alla fine solo un rituale pagano potrebbe risolvere le cose.

Bellas Mariposas: Sara Podda e Maya Mulas in una scena del film di Salvatore Mereu
Meno tragico, ma sicuramente drammatico è lo scenario dell'agerino Yema di Djamila Sahraoui, presentato nella sezione Orizzonti: è la storia di una madre che dopo aver perso un figlio - ucciso da suo fratello - riesce a trovare faticosamente nuove ragioni di vita grazie alle persone che le sono accanto e alla cura del giardino, nonostante la siccità. Un giorno però deve confrontarsi con l'altro figlio, che torna gravemente ferito.
Sempre in Orizzonti infine, presenta il suo ultimo film il regista sardo Salvatore Mereu: la protagonista di Bellas Mariposas - ambientato nel corso di un'estate cagliaritana - è una ragazzina di undici anni che vuole lasciare il difficile quartiere e il contesto familiare in cui vive, ma soprattutto salvare la vita del suo vicino di casa che è in pericolo. Nel cast del film di Mereu, spicca la presenza di Micaela Ramazzotti.

Prima di chiudere vi invitiamo a guardare l'ottava puntata del nostro video-diario dal Lido, nella quale abbiamo riassunto la giornata di ieri. Buona visione! :-)

Video-diario Venezia 2012: giorno 8

Venezia 2012, giorno 9 in compagnia di Robert...
Privacy Policy