Venezia 2012: Biennale College e Nuovo Regolamento

La 69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica si terrà al Lido di Venezia dal 29 agosto all'8 settembre 2012. Ecco le novità in arrivo.

Ecco le novità in arrivo alla Mostra del Cinema di Venezia dopo l'avvicendamento alla direzione artistica che vede il ritorno di Alberto Barbera.

Biennale College - Cinema
Il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha approvato uno schema di progetto relativo a Biennale College - Cinema, che sarà avviato nei prossimi mesi. L'obiettivo è quello di affiancare alla Mostra del Cinema un laboratorio di alta formazione aperto ai giovani filmmakers di tutto il mondo, per la produzione di film a basso costo. La sfida è quella di riuscire a realizzare, al termine di una serie di attività che coprono un anno, 3 opere audiovisive di lunga durata.

Biennale College - Cinema, pur ispirandosi a modelli di laboratori di regia già esistenti, costituisce una "prima" assoluta e viene a colmare un vuoto nell'attuale offerta di formazione, non ponendosi in concorrenza ma a completamento delle attività che svolgono le scuole di cinema di tutto il mondo. Si tratta di un progetto di importanza decisiva. In questo modo il Settore Cinema della Biennale rinasce con una nuova configurazione del tutto inedita: viene avviato un programma di Attività permanenti "oltre la Mostra", con quell'impegno verso lo sviluppo di nuove energie creative per la produzione artistica, che ispirerà Biennale College in tutti i Settori dell'istituzione. Al riguardo il Presidente Baratta ha dichiarato: "La Biennale di Venezia intende in tal modo diventare un punto di riferimento nazionale e internazionale per la creatività delle singole discipline artistiche, e quindi anche del cinema, accogliendo grandi maestri e giovani talenti, e offrendo loro opportunità di sviluppo per un futuro produttivo".
Il laboratorio ha anche l'obiettivo di fare avanzare la ricerca sulle produzioni micro e low-budget, che sono diventate, in tempi di crisi, una delle poche possibilità che i giovani talenti hanno per cimentarsi con il lungometraggio. Il progetto prevede inoltre la distribuzione on-line delle opere, affrontando così uno dei problemi più delicati del cinema indipendente di oggi: la visibilità.

Nuovo Light Market
Alla 69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica (29 agosto-8 settembre 2012) sarà avviato il nuovo Light Market, che darà particolare impulso all'Industry Office procedendo in direzione di una nuova struttura di Mercato vero e proprio (che nei primi tempi sarà di necessità leggero), capace di meglio rispondere alle esigenze e alle attese di produttori, distributori, compratori, venditori, agenti e agenzie di promozione cinematografica. Lo scopo principale è quello di attirare i professionisti da tutto il mondo, fornendo loro delle strutture e un'organizzazione che consenta di realizzare un giro d'affari tale da giustificare il loro investimento per venire a Venezia. Un primo passo consisterà nell'accrescere la possibilità dei compratori di visionare e acquistare i film che i venditori proporranno - oltre quelli visionati in Mostra - attraverso il sistema della Videoteca. Gli spazi del Mercato conterranno una triplice struttura: la Videoteca, il Businness Center e l'Industry Club. Per l'Industry Office / Light Market sarà avviato un programma quadriennale che partirà dagli spazi attualmente disponibili, e troverà compiutezza nelle nuove strutture realizzate all'interno del nuovo edificio.

Strutture della Mostra al Lido
Sono in corso incontri tra Biennale e istituzioni pubbliche - svolti con una nuova unità d'intenti fra i vari soggetti e le diverse amministrazioni - per la definizione di un programma che riguarda la riqualificazione urbana dell'area della Mostra al Lido, con la realizzazione di una struttura nuova, ridotta e funzionale, e la prosecuzione della riqualificazione degli spazi che ricomprenda il progetto proposto dalla Biennale e approvato nella Conferenza dei servizi del 22 luglio 2011.

Nuovo Regolamento
Il Cda ha approvato il Regolamento della 69. Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica secondo le indicazioni del nuovo Direttore Alberto Barbera.
Il nuovo Regolamento si caratterizza in particolare per:
· riduzione del numero di film, con un massimo di 20 titoli, in prima mondiale, per il Concorso internazionale Venezia 69, e un massimo di 11 titoli per il Fuori Concorso (di cui un massimo di 3 titoli per la Mezzanotte)
· riduzione delle sezioni della Selezione ufficiale, che ora ne prevede tre: il Concorso Venezia 69, il Fuori Concorso e Orizzonti (con lungometraggi e cortometraggi)
Lo snellimento del programma della Mostra, caratterizzata da una più marcata selettività, darà alla stessa un'impostazione che garantirà a ogni titolo selezionato una migliore collocazione nel palinsesto e una maggiore visibilità, permettendo altresì una più ampia possibilità di repliche con una più agevole condizione di visione per il pubblico e per i professionisti, e sarà coerente con gli attuali programmi di riqualificazione degli spazi.

Sezioni, Giurie e Premi
Selezione ufficiale - Venezia 69
Concorso internazionale di un massimo di 20 lungometraggi in prima mondiale.

Fuori Concorso
Sono presentate Fuori Concorso alcune opere significative dell'anno, per un massimo di 11 titoli, in particolare quelle firmate da autori la cui importanza sia già riconosciuta e che abbiano già partecipato, in Concorso, alla Mostra di Venezia. Nella fascia oraria di Mezzanotte sono inoltre ospitati alcuni film Fuori Concorso, per un massimo di 3 titoli, le cui caratteristiche convengano a questo particolare orario di proiezione. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. Solo in casi eccezionali sono possibili deroghe, per film non ancora proiettati in pubblico fuori del paese d'origine.

Orizzonti
Selezione competitiva di film rappresentativi del cinema contemporaneo nelle sue diverse tendenze e componenti. Film d'esordio e lungometraggi dai margini, ma anche opere che si misurano con i generi e la produzione corrente, con intenti d'innovazione e di originalità creativa. All'interno della sezione Orizzonti è ospitata una selezione competitiva di cortometraggi della durata massima di 20', scelti in base a criteri di qualità e originalità linguistico-creativa. Sono ammessi alla selezione solo i lungometraggi e i cortometraggi proposti alla Mostra in prima mondiale. Solo in casi eccezionali sono possibili deroghe, per film non ancora proiettati in pubblico fuori del paese d'origine.

Sezioni autonome e parallele

Settimana Internazionale della Critica (SIC)
Rassegna di un massimo di 8 film - opere prime - autonomamente organizzata da una commissione nominata dal Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (SNCCI) secondo un proprio regolamento.

Giornate degli Autori
Rassegna di un massimo di 12 film autonomamente promossa dall'Associazione Nazionale Autori Cinematografici (ANAC) e dall'Associazione 100 Autori secondo un proprio regolamento.

Giurie e Premi - Venezia 69
Una Giuria Internazionale, composta da 7 a 9 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, con esclusione di quante abbiano collaborato alla creazione delle opere invitate o siano interessate alla loro distribuzione, assegnerà per i lungometraggi, senza possibilità di ex-aequo (tranne che per le Coppe Volpi e il Premio Mastroianni), i premi seguenti:

  • Leone d'Oro per il miglior film
  • Leone d'Argento per la migliore regia
  • Premio Speciale della Giuria
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione maschile
  • Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile
  • Premio Marcello Mastroianni a un giovane attore o attrice emergente
  • Premio per la migliore sceneggiatura
  • Premio per il migliore contributo tecnico

Orizzonti
Una Giuria Internazionale, composta da 5 a 7 personalità del cinema e della cultura di diversi paesi, con esclusione di quante abbiano collaborato alla creazione delle opere invitate o siano interessate alla loro distribuzione, assegnerà - senza possibilità di ex-aequo - i premi:

  • Premio Orizzonti per il miglior film
  • Premio Speciale della Giuria Orizzonti
  • Premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

Premio "Luigi De Laurentiis" per un'Opera Prima
Tutte le opere prime di lungometraggio presenti nelle diverse sezioni competitive della Mostra (Selezione Ufficiale e Sezioni Autonome e Parallele) concorrono all'assegnazione del Leone del Futuro - Premio Venezia Opera Prima "Luigi De Laurentiis". Una Giuria Internazionale composta da 5 personalità del cinema e della cultura di diversi Paesi, tra i quali un produttore, assegnerà senza possibilità di ex-aequo un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore.

Leone d'Oro alla Carriera
Il Direttore proporrà al Presidente e al Consiglio di Amministrazione l'assegnazione di un Leone d'Oro alla Carriera (in casi eccezionali i Leoni potranno essere due).

Venezia 2012: Biennale College e Nuovo Regolamento

Fonte: Comunicato stampa

Privacy Policy