Vedete, sono uno di voi

2017, Documentario

Vedete, sono uno di voi: il nuovo documentario di Ermanno Olmi arriva in sala

Il regista di "Terra Madre" firma un nuovo documentario incentrato sulla figura del cardinale Carlo Maria Martini che arriva in sala grazie a Istituto Luce.

Vedete, sono uno di voi: un'immagine del documentario che ritrae una foto d'epoca della famiglia Martini

In sala, da giovedì 16 Marzo, il nuovo film di Ermanno Olmi intitolato Vedete, sono uno di voi, documentario sulla figura del cardinale Carlo Maria Martini scomparso nel 2012. Olmi, regista fondamentale della cinematografia Italiana, è sempre stato molto attivo nell'ambito documentarista firmando diversi film tra cui l'ultimo, Terra Madre, nel 2009. Per questa nuova fatica ha scelto di rappresentare un protagonista poco conosciuto del novecento Italiano al quale il regista de L'albero degli zoccoli ha dedicato un ritratto intenso e ben costruito.

Leggi anche: Da Fuocoammare a Strane straniere: 5 documentari italiani da (ri)vedere

Martini è stato, infatti, rappresentante della Chiesa Cattolica durante molte fasi cruciali della nostra storia. Dagli anni di piombo alla crisi economica che ha piegato il paese, il suo sguardo è sempre stato rivolto ai diritti ed alla dignità degli esseri umani diventando un punto di riferimento per credenti e non quando erano davvero in pochi a professare la speranza. E' stato definito "il Cardinale del Dialogo" e viene oggi ricordato come il precursore di Papa Francesco. Il documentario scritto da Olmi e dal giornalista Marco Garzonio, biografo di Martini, punta sull'aspetto emotivo della narrazione ed evidenzia il contesto storico-sociale in cui ha vissuto e lavorato il Cardinale. Vedete, sono uno di voi, distribuito dall'istituto Luce, lo potete trovare in questi giorni al Cinema!

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Vedete, sono uno di voi: il nuovo documentario di...
Olmi, Salvatores e Sorrentino confidano sui giovani registi
Da Fuocoammare a Strane straniere: 5 documentari italiani da (ri)vedere
Privacy Policy