Un vero crimine per Roman Polanski

Per il regista si profila un nuovo intrigante mistery thriller prodotto da Brett Ratner e ispirato a una storia vera.

Gli ultimi due anni hanno visto Roman Polanski invischiato in una questione giudiziaria che si trascina da trent'anni, ma adesso che il regista è tornato al lavoro non sembra intenzionato a volersi fermare. Mentre si vocifera che la sua ultima fatica, il teatrale God of Carnage, potrebbe essere presentata in anteprima al prossimo Cannes Film Festival, il regista guarda avanti. Attualmente Polanski sembra interessato a dirigere un crime thriller incentrato su uno strano caso di omicidio avvenuto in Polonia nel 2000. il film in questione, intitolato True Crime, sarà prodotto da Brett Ratner ed è basato su un articolo, firmato da David Grann, apparso sul New Yorker . Il progetto è in fase di sviluppo presso la Focus Features. A firmare la sceneggiatura è Jeremy Brock.

L'articolo di David Grann ricostruisce il caso dell'omicidio di Dariusz Janieszewski, trovato morto sulla riva dell'Oder in Polonia nel dicembre 2000. L'uomo, apparentemente, non aveva nemici né vi erano sospettati perciò il caso venne archiviato e rimase irrisolto finché, tre anni dopo, il detective Jacek Wroblewski riuscì a collegare le chiamate ricevute dalla vittima nel giorno della morte col cellulare di Krystian Bala, autore di un romanzo sadico intitolato Amok che descriveva un omicidio identico a quello di Janiszewski. Il detective concentrò la propria attenzione su Bala fino a scoprire il vero movente del misterioso omicidio.

Un vero crimine per Roman Polanski
Privacy Policy