Un trio di sceneggiatori per Bond 23

Peter Morgan affiancherà i colleghi Neal Purvis e Robert Wade per scrivere la sceneggiatura del nuovo film dedicato a James Bond. La ventitreesima pellicola del franchise, che sarà nuovamente interpretata dal biondo Daniel Craig, potrebbe essere ambientata in parte in Afghanistan.

Lo sceneggiatore di Frost/Nixon Peter Morgan affiancherà i colleghi Neal Purvis e Robert Wade per scrivere la sceneggiatura del prossimo capitolo della saga di James Bond. La ventitreesima pellicola dedicata all'agente segreto al servizio di Sua Maestà sarà prodotta da Michael G. Wilson e Barbara Broccoli della EON Prods. e dalla MGM. Purvis e Wade sono dei veterani del nuovo Bond visto che hanno firmato i precedenti Quantum of Solace (2008) e Casino Royale (2006). Dopo qualche tentennamento, anche il protagonista Daniel Craig ha deciso di essere ancora della partita ed è pronto a tornare sul set al più presto con 'licenza di uccidere'. La data di avvio delle riprese non è ancora stata stabilita, ma i produttori vorrebbbero terminare il film in tempo per una releaese nel 2011.

Uno dei rumors che si rincorrono vorrebbe i tre sceneggiatori all'opera impegnati a fare ricerche sull'ambasciata britannica di Kabul, il che potrebbe signficare che James Bond potrebbe fare un salto in quella zona calda per una missione speciale, ad esempio sventare i traffici di droga nella provincia dell'Helmand, occupata dalle truppe Nato fin dal 2006. Ovviamente nessuno si aspetta una pellicola realistica e capace di rappresentare le vere difficoltà che vivono quotidianamente gli ufficiali inglesi di stanza a Lashkar Gah, capitale dell'Helmand, dove i diplomatici vivono sotto continua sorveglianza barricati in luoghi sicuri e gli è permesso uscire solo accompagnati da squadre di guardie del corpo e veicoli a prova di bomba. La produzione non conferma né smentisce la possibilità di vedere Bond in Afghanistan, visto che al momento il plot del nuovo episodio è top secret, ma questa per l'agente segreto non sarebbe la prima volta nel paese visto che già Agente 007, zona pericolo, girato nel 1987, vedeva Timothy Dalton imprigionato in un campo sovietico in Afghanistan.

"Peter, Robert e Neal sono scrittori pieni di talento e noi siamo orgogliosi di poter lavorare con loro tre" hanno dichiarato i produttori Wilson e Broccoli. Sia Quantum of Solace che Casino Royale sono stati co-prodotti da MGM e Sony, con il secondo studio impegnato anche nella distribuzione della pellicola. Il nuovo film invece, vedrà la sola MGM accollarsi interamente gli oneri finanziari così come accaduto per i primi venti capitoli della lunga saga.

Un trio di sceneggiatori per Bond 23
Privacy Policy