The Twilight Saga: Eclipse

2010, Fantastico

Twilight, è guerra tra Rachelle e la Summit

Botta e risposta infuocato tra la rossa Lefevre e la Summit Entertainment, che l'ha accusata di 'mancanza di spirito di collaborazione' dopo aver accettato di girare 'Barney's Version' senza averne dato notizia alla produzione.

Non è certo un mistero il fatto che dopo lo strepitoso successo di Twilight, l'atmosfera sul set dei successivi capitoli della saga cinematografica più amata del momento si sia fatta particolarmente elettrica: la pressione mediatica e l'affetto dei fan tolgono il fiato al cast tecnico e artistico delle nuove pellicole, che tra l'altro si ritrovano a dover girare in tempi brevissimi, e ogni tanto capita che qualcuno perda la pazienza. C'è stata qualche polemica che ha visto coinvolti Catherine Hardwicke, ad esempio, poi Taylor Lautner, che ci teneva assolutamente a riprendere il ruolo di Jacob anche in New Moon. Gli attori del cast non hanno fatto altro che lamentarsi dell'eccessiva attenzione dei paparazzi, che non hanno dato tregua a nessuno, in modo particolare a Robert Pattinson - che tra l'altro si ritrova i fan alle costole in qualsiasi istante e il mese scorso ha rischiato anche di lasciarci la pelle, a New York, finendo sotto un taxi. Insomma il frenetico successo di Twilight non è assolutamente facile da gestire, almeno per gli addetti ai lavori.

L'ultima polemica, in ordine di tempo, è esplosa tra la rossa Rachelle Lefevre, che nella saga interpreta Victoria ed è stata sostituita immediatamente dalla più celebre (ma altrettanto affascinante) Bryce Dallas Howard, e l'ha presa molto, ma molto male. La bella attrice canadese si è detta "stupita e profondamente ferita" dalla scelta fatta dalla Summit, che ha deciso di sostituirla con l'eterea star di Lady in the Water, e nonostante abbia ammesso di aver accettato di prendere parte al cast di Barney's Version (un dramma di Richard J. Lewis nel quale affiancherà Paul Giamatti, che per ironia della sorte aveva condiviso il set con la sua "rivale", nel film di Shyamalan) non credeva assolutamente che avrebbe perso il ruolo di Victoria per dieci giorni di assenza sul set di Eclipse.

Le sue dichiarazioni hanno fatto infuriare i boss della Summit Entertainment, che hanno immediatamente rilasciato un comunicato per spiegare la loro versione dei fatti (e diciamocelo, anche per giustificarsi con i fan): "Siamo davvero delusi dai recenti commenti fatti da Rachelle Lefevre, anche perchè fanno pensare che abbia deciso di accettare di girare un altro film per colpa nostra" - ha spiegato la società di produzione - "in realtà miss Lefevre ha firmato per far parte del cast di Barney's Version agli inizi di giugno, e noi siamo ne stati informati soltanto il 20 luglio. Una scelta del genere fa pensare a una totale mancaza di spirito di collaborazione da parte sua, che tra l'altro ha rischiato di compromettere l'intera lavorazione del film". "Miss Lefevre ha accettato di girare un film che la terrà impegnata in Europa per tutta la durata delle prove di Eclipse e per almeno dieci giorni delle riprese" - hanno continuato i produttori - "Un periodo importantissimo, se non fondamentale per la produzione che comprende le prove con il cast e le riprese nelle principali location scelte per il film".
Da qui la scelta di affidare il personaggio alla figlia di Ron Howard, che con buona pace dei fan della saga, si ritroverà a indossare i panni della fascinosa Victoria.

Twilight, è guerra tra Rachelle e la Summit
Privacy Policy