True Blood tra scandali e ascolti da record

Mentre le scene più calde della seconda stagione della serie fanno discutere gli americani, True Blood fa ascolti da record e continua a conquistare telespettatori. Intanto Anna Paquin risponde alle polemiche sulle sue scene di nudo.

Mentre la seconda stagione di True Blood prosegue felicemente sul network HBO, la serie si conferma sempre di più come un prodotto di culto, che catalizza l'attenzione del pubblico e dei media, ispira gli stilisti, e continua a conquistare fan. Le scene più recenti però, hanno sollevato inevitabili polemiche, alle quali Anna Paquin ha risposto in maniera piuttosto seccata.
Che True Blood fosse una serie decisamente trasgressiva, non è certo una novità: sin dalla prima stagione i telespettatori erano stati abituati a scene molto sensuali che vedono coinvolti i protagonisti, e durante le quali il nudo, sia maschile che femminile, è praticamente una costante. Quando però a mostrare le proprie grazie sul grande schermo, in maniera abbastanza esplicita per i canoni statunitensi, è stata l'attrice Anna Paquin, che interpreta Sookie Stackhouse, oltre agli ascolti della serie, si sono alzate anche alcune voci di protesta. Probabilmente, a scioccare il pubblico americano, è il fatto che la Paquin viene facilmente identificata con la giovanissima protagonista di Lezioni di Piano, e le scene in cui appare a seno nudo hanno avuto un impatto particolare su alcune persone.

Stephen Moyer azzanna Anna Paquin in una foto promozionale della serie True Blood
L'attrice di origini canadesi, che di recente si è fidanzata ufficialmente con il suo collega Stephen Moyer, ha replicato seccata alle polemiche e sostenendo con fermezza che le scene di sesso risultano più autentiche, se recitate senza vestiti: "Mi dispiace, forse alcune donne non tolgono il reggiseno quando fanno sesso, ma io non sono come loro". La Paquin ha proseguito puntando l'indice sulla società a stelle e strisce, notoriamente molto puritana: "Non credo che vedere un corpo nudo sia particolarmente interessante o scioccante. Almeno non è una cosa che fa parte della mia cultura, visto che non sono cresciuta negli Stati Uniti. Non ho mai capito perchè gli americani non si facciano problemi a vedere scene molto violente, ma Dio li perdoni se vedono un paio di capezzoli!" L'attrice infine ha spiegato che il suo recente cambio di look, da bruna a bionda, probabilmente ha suscitato ancora più attenzioni rispetto alle sue scene di nudo: "Nel momento in cui decidi di essere bionda e abbronzata, la gente ti tratta come se fossi più stupida e allegra. E da un momento all'altro diventi anche sexy!"

Polemiche a parte, i nuovi episodi di True Blood, come dicevamo, non mancano di catturare l'attenzione di un numero sempre crescente di telespettatori: l'ultimo episodio della serie, ad esempio ha totalizzato più di cinque milioni di spettatori, una cifra da record, anche per la HBO, che escludendo il successo de I Soprano, non faceva ascolti del genere da almeno cinque anni.

True Blood tra scandali e ascolti da record
Privacy Policy