Torino 2008: Melville e Polanski in retrospettiva

La kermesse, che si svolgerà il prossimo autunno, rivisiterà l'opera di questi due straordinari cineasti.

E' stato lo stesso Nanni Moretti, direttore artistico del Torino Film Festival dallo scorso anno, ad annunciare durante un'intervista televisiva che le retrospettive della prossima edizione della manifestazione piemontese saranno due, e saranno dedicate a Jean-Pierre Melville e a Roman Polanski.

Due cineasti di estrazione e di gusto estremamente diversi: il parigino Melville (che adottò il nome dall'autore di Moby Dick, Herman Melville), morto a cinquantaquattro anni nel 1973, è ricordato per i suoi strutturatissimi, cinici polizieschi ed è considerato il progenitore della Nouvelle Vague del cinema francese; Polanski, polacco di formazione ma cittadino del mondo e regista internazionale (ha girato film in numerose lingue), è autore di diversi capolavori di genere (basti pensare a Chinatown o a Rosemary's Baby - Nastro rosso a New York) e ha vinto un Oscar per la regia solo pochi anni fa (2002) con lo struggente Il pianista.

Torino 2008: Melville e Polanski in retrospettiva
Privacy Policy