The Walking Dead: Nathan Fillion scrive una lettera d'amore alla serie

"Se state cercando un recap, resterete delusi. Questa è una lettera d'amore" - ha detto l'attore, che ha messo nero su bianco tutto il suo amore per la serie targata AMC.

Anche se ci siamo lasciati alle spalle San Valentino da qualche settimana, quel romanticone di Nathan Fillion ha deciso di deliziarci con una lettera d'amore. Non aspettatevi però una dichiarazione nei confronti di qualcuna - e neanche un freddo recap, come ha precisato l'attore - perché la sua lettera d'amore, come l'ha definita, è dedicata ad una serie amata e anche molto discussa come The Walking Dead.

Emmy 2013: Nathan Fillion sul tappeto rosso

Fillion ha iniziato dicendo che considera alcune serie una via di fuga, mentre altre le vive come un'avventura, un viaggio. Le prime funzionano per cercare un po' di svago, mentre le seconde lo mettono in condizione di chiedersi ogni volta "cosa succederebbe se..." e a volerne sapere di più. "Di sicuro non vedrei la serie, se non mi interessasse quello che succede dopo. Datemi una storia che mi fa chiedere cosa fare nella stessa situazione, mettetemi in condizione di preoccuparmi per i personaggi che ormai conosco, dopo averli visti crescere, imparare o appiattirsi e cadere. Mettetemi in condizione di detestarli, di lasciare che mi facciano arrabbiare. Fatemeli vedere mentre compiono scelte dettate dalla loro esperienza."

The Walking Dead: un walker nel primo episodio della quinta stagione

L'attore inoltre, ha aggiunto che per lui innamorarsi di una serie significa anche condividerla (a questo punto ci azzardiamo a dire che evidentemente preferisce le relazioni aperte!) "Voglio condividerla con i miei amici. Spesso beviamo e mangiamo cose che richiamano il tema della serie. Diventa un evento." Un evento che li porta a confrontarsi sugli episodi che li hanno più emozionati, e su eventuali anticipazioni di quello che potrebbe accadere in futuro. "Mi piace far conoscere la serie a coloro che non l'hanno mai vista, e vedere come si appassionano in mezzo ad altri che ormai sono abbandonati alla loro passione. Ci mettiamo davanti alla TV, ognuno si mette comodo, facciamo le ultime battute e poi - silenzio. Lo spettacolo inizia. L'attesa è finita. La settimana che abbiamo trascorso a parlare della serie è finita, finalmente. L'avventura continua."

Le pause pubblicitarie sono fatte "per prendere fiato e commentare, in maniera positiva o negativa, non importa. Quello che conta davvero è che siamo fatti per emozionarci. E le emozioni arrivano da una storia scritta benissimo"

A questo punto Fillion ringrazia TUTTO il team di The Walking Dead, dal cast ai produttori, fino al reparto trucco e acconciature e ovviamente gli artisti che interpretano i walkers. "Grazie a tutti voi"
"A tutti coloro che non hanno ancora visto The Walking Dead, non dovete necessariamente essere interessati all'Apocalisse, non avete bisogno di chiedervi cosa fareste se riusciste a sopravvivere e tutto si fermasse. Non dovete neanche pensare a cosa fareste per difendervi dagli zombie, dovete solo godere di un'ottima narrazione..."

Leggi anche: The Walking Dead: la serie dei record che non accontenta nessuno

The Walking Dead: il meglio e il peggio della stagione 5

The Walking Dead: Nathan Fillion scrive una...
Privacy Policy