The Walking Dead: controversie tra gli showrunner

L'uscita di scena di Glen Mazzara ha creato scompiglio tra gli showrunner di altre serie TV tra cui Kurt Sutter e Shawn Ryan che hanno espresso la loro opinione in merito, chiamando in causa anche Robert Kirkman.

L'onda d'urto causata dalla decisione di Glen Mazzara di non essere più lo showrunner di The Walking Dead ha causato non poche reazioni e non soltanto tra il pubblico: molti tra gli addetti ai lavori non si sono ancora ripresi dal colpo e fra tutti Kurt Sutter (Sons of Anarchy) e Shawn Ryan (The Shield) hanno manifestato con molta enfasi la loro opinione in merito all'accaduto. Sutter, una persona nota per il suo carattere schietto e fin troppo appassionato, ha pubblicato un post sul suo blog, dove impartisce un'aspra lezione alla AMC affermando che il network "è nelle mani di persone mediocri, dal cervello limitato che non hanno gratitudine per gli sforzi creativi dei loro collaboratori. Continuano a disprezzare gli autori... Mazzara ha preso quello che era un work-in-progress (The Walking Dead)e lo ha trasformato in uno show di successo, con un futuro. Senza di lui il futuro della serie è incerto. Gli showrunner non sono dirigenti al soldo del network...TWD soffrirà per questa scelta, anche gli zombie hanno bisogno di coerenza, solidità. Mad Men e Breaking Bad (altre due serie del canale) stanno per finire e spero lo stesso accada per la AMC".

Il post continua con una serie di epiteti che rappresentano il ben noto marchio di fabbrica del geniale autore di Sons of Anarchy che, non contento di questa esplosione al vetriolo, ha continuato dicendo "la AMC mi ha mandato un cesto regalo pieno di amarezza, frutti proibiti, promesse infrante e la lingua marinata con la quale leccano il c*** di Kirkman". L'autore del comic book e consulente creativo, Robert Kirkman, ha deciso di infrangere il silenzio e rispondere a Sutter dicendo "Kurt è un autore brillante e Sons è il mio show preferito. Detto questo è triste e seccante vederlo parlare a vanvera di cose di cui non sa niente" e ha concluso in maniera irriverente dicendo "per quanto riguarda la faccenda della lingua... quella è fantastica! Buon Natale!".

Su una nota meno rovente e più preoccupata troviamo invece Shawn Ryan che in una serie di messaggi dal suo Twitter ha esposto quanto pensa, dopo un primo tweet di puro shock, ha scritto "E' già noto che la AMC ha ridotto gli episodi di Breaking Bad, adesso vi fate venire divergenze creative con l'autore che ha salvato il vostro hit show?" ma Ryan ha messo il dito nella vera piaga di questa bufera "con network come FX, Showtime, HBO, Cinemax, A&E e TNT che accolgono gli autori a braccia aperte e gli danno ampio spazio, perchè un bravo showrunner dovrebbe scegliere la AMC?", gettando benzina sui timori del pubblico che si chiede chi prenderà il posto di Mazzara e cosa ne sarà della serie. Non ci resta che attendere. Per il momento, comunque, Mazzara rimarrà a bordo come produttore esecutivo e showrunner fino al termine della terza stagione.

The Walking Dead: controversie tra gli showrunner
Privacy Policy