The Walking Dead

2010 - ....

The Walking Dead: Com'è umano questo hamburger!

Per celebrare l'inizio della quinta stagione della serie AMC, uno chef londinese e la famigerata pasticceria Miss Cakehead (specializzata in dolci grandguignol) hanno elaborato un hamburger il cui sapore dovrebbe ricordare quello della carne umana.

Se dal 30 settembre siete a Londra, potete togliervi lo sfizio di un pasto simil-cannibale, senza fave e chianti, ma con un gustoso panino insaporito da salse. Per celebrare l'avvio della quinta stagione di The Walking Dead infatti, uno chef londinese, Jim Thomlison, in sinergia con la disturbatissima mente creativa di Miss Cakehead (famigerata pasticceria-forno specializzata in torte a forma di testa mozzata e altre amenità) ha concepito un burger il cui sapore potesse ricordare quello della carne umana. Una trovata che richiama il finale dell'ultima stagione della serie AMC che vede i protagonisti prigionieri di un gruppo che a quanto pare non si fa troppi problemi a nutrirsi dei propri simili.

Ovviamente non si tratta di carne umana, ma di un impasto di macinato di vitello, suino, fegato di pollo e midollo il cui sapore, secondo gli ideatori, dovrebbe essere simile a quello delle nostre carni. Loro dicono di aver fatto una ricerca e dopo essersi studiati le varie dichiarazioni di noti cannibali - tra cui quella del giornalista William Seabrook, che nei ruggenti anni Venti, durante un viaggio in Africa, si tolse lo sfizio di un arrosto umano accompagnato da riso - hanno provato a cimentarsi in questa pietanza.

Thomlison ha messo le mani avanti dicendo che "è stato un po' strano ispirarsi al mondo cannibale, per questo hamburger" - come per dire che lui è abituato a cucinare altro, e nei suoi ristoranti non vi ritroverete una mano al pepe verde nel piatto. Per sapere ulteriori su questa iniziativa, vi consigliamo di seguire l'hashtag #terminustavern su Twitter. E buon appetito.

The Walking Dead, stagione 5: un volantino che promuove un'iniziativa 'cannibale'
The Walking Dead: Com'è umano questo hamburger!
Privacy Policy