The Walking Dead 6: Norman Reedus commenta su Daryl e "Il cerchio"

L'interprete di Daryl ha parlato di quanto accaduto nel penultimo episodio della sesta stagione e rivelato qualche dettaglio sul season finale.

Manca solo una settimana alla messa in onda dell'ultimo episodio della sesta stagione di The Walking Dead in cui si scoprirà il destino dei protagonisti e si assisterà all'entrata in scena di Negan.
Attenzione, contiene importanti anticipazioni sulla puntata Il cerchio, non proseguite con la lettura se non avete ancora assistito agli eventi mostrati.

Leggi anche: The Walking Dead 6, il commento al 15esimo episodio, il Cerchio

Il quindicesimo episodio si è concluso con Dwight (Austin Amelio) che sparava nella direzione di Daryl (Norman Reedus) e sullo schermo appariva del sangue. Dwight, infine, dichiarava: "Starai bene".
Morgan (Lennie James) è ancora alla ricerca di Carol (Melissa McBride), mentre Michonne (Danai Gurira), Michonne (Christian Serratos) e Glenn (Steven Yeun) sono tenuti in ostaggio dai Salvatori. Maggie (Lauren Cohan), inoltre, sembra stia per perdere il bimbo che aspettava.
Norman Reedus ha commentato quanto accaduto e anticipato qualche dettaglio sul season finale:

  • Non è chiaro dove Dwayne spara a Daryl ma quello è il suo sangue, anche se non può rivelare se è morto oppure no. Nella puntata si scoprirà esattamente quanto accaduto.

  • L'attore non sarà mai felice della decisione di far uscire di scena Daryl, a prescindere dal momento in cui avverrà, perché è convinto che ogni personaggio abbia ancora molto da raccontare. Pur comprendendo le ragioni per cui gli autori debbano uccidere alcuni dei protagonisti, non può dire di esserne contento.

Leggi anche: The Walking Dead: 10 cose che (forse) non sapete sulla serie zombie

  • Gli spettatori, secondo Norman, dovrebbero essere molto preoccupati per Daryl perché il commento di Dwight potrebbe persino non essere rivolto a lui ma a Rosita o a chiunque sia presente. Dwight, inoltre, non è sicuramente una persona affidabile.

  • Norman ha sentito ogni tipo di ipotesi legata all'identità di chi verrà ucciso da Negan nel season finale e ha scherzato dicendo che almeno una delle teorie sarà giusta, quindi qualcuno avrà indovinato.

  • L'attore ha spiegato che Dwight e Daryl non sono uno il riflesso dell'altro, ma uno dei personaggi ha del bene in lui ed è costretto a diventare cattivo. Daryl è la prima persona con cui Dwight parla dopo la morte di Denise e c'è quasi una sfumatura di scusa nella sua voce. Quello che è accaduto alla sua faccia è il simbolo della punizione subita da Negan per aver provato a fuggire dalla sua comunità. Daryl potrebbe aver notato qualcosa in Dwight che pensava potesse portarlo a riabilitarlo, mentre Dwight potrebbe essere rimasto colpito dal discorso che il personaggio di Norman aveva pronunciato. Daryl, comunque, è consapevole di aver compiuto un errore e di starne pagando le conseguenze.

  • Daryl, se potesse tornare indietro, ucciderebbe tutti perché dopo quanto accaduto è convinto che sarebbe stata l'unica scelta giusta. Norman ha ricordato che il personaggio non potrà mai perdonarsi il fatto di essersi fidato di qualcuno che poi ha causato così tanto dolore. Daryl ragiona quindi a lungo ma segue anche il suo cuore e agisce in modo istintivo, situazioni che possono portare alla sua rovina.

  • Ogni persona nel gruppo di Rick ha ucciso qualche membro dei Salvatori e i protagonisti dovranno quindi pagarne le conseguenze. Negan, tuttavia, non si preoccupa realmente delle persone che vivono nella sua comunità.

  • Carol e Morgan sono due personaggi molto diversi tra loro e affrontano i problemi con un approccio differente, soprattutto per quanto riguarda l'idea di uccidere il proprio nemico.

  • Ad Alexandria Maggie sembra stia per perdere il bambino ma Reedus non ha idea di quello che accadrà perché alcuni degli elementi narrativi verranno sviluppati nella settima stagione.

  • Il finale della sesta stagione sarà il più duro di sempre ed è stato diretto con bravura da Gregory Nicotero. Norman ha sottolineato: "E' così terrificante. E' così fatto bene. Ci si è sforzati molto per realizzare il miglior episodio mai girato nella storia dello show". La narrazione riprenderà da dove si era interrotta e Reedus ha spiegato: "E' super sconvolgente e piuttosto violento. Andy ha detto di essere arrivato in ritardo al lavoro perché ha letto lo script la notte precedente; Josh ha dichiarato di aver gettato via il copione, Lauren ha vomitato. E' difficile. Mi sono subito incuriosito. Avevo delle idee su quello che sarebbe accaduto e l'episodio ti faceva sentire male ed era doloroso".

Leggi anche: The Walking Dead 6: prime anticipazioni e video di Last Day on Earth

The Walking Dead 6: Norman Reedus commenta su...
The Walking Dead 6: fan uccide l'amico "prima che si trasformi"
The Walking Dead: le scene più scioccanti di una serie dura a morire
Privacy Policy