The Walking Dead

2010 - ....

The Walking Dead 6: gli autori commentano il nono episodio

Nuovi dettagli e curiosità sull'episodio Nessuna via d'uscita e su quello che accadrà nelle prossime puntate.

L'episodio Nessuna via d'uscita ha segnato il ritorno di The Walking Dead sugli schermi e l'episodio ha regalato molti momenti sconvolgenti e indimenticabili.
Il sito di The Hollywood Reporter ha raccolto le dichiarazioni di Robert Kirkman, dello showrunner Scott M. Gimple, Gregory Nicotero e dell'attrice Alexandra Breckenridge.

Ecco le parti più interessanti delle loro dichiarazioni, ovviamente non proseguite con la lettura se non avete visto la nona puntata.

  • Gli autori sono consapevoli che arrivati alla sesta stagione devono mantenere alta l'attenzione sullo show, rendendolo entusiasmante ed esplosivo. I fan dei fumetti sanno che la storia è arrivata a un punto importante e ricco di elementi rilevanti.

  • All'inizio della stagione Rick era molto scettico nei confronti degli abitanti di Alexandria ma alla fine del nono episodio ha visto come hanno cercato di riconquistare il controllo su Alexandria. Tutti insieme hanno lottato e questo ha avuto un grande impatto sul protagonista che ora potrà andare avanti con la speranza che la situazione migliori.

Leggi anche: The Walking Dead 6 ritorna con l'episodio più teso ed esplosivo di sempre

  • Il decimo episodio sarà ambientato un paio di settimane dopo quanto accaduto in Nessuna via d'uscita. Nella comunità di Alexandria ci saranno stati dei cambiamenti perché la morte di Jessie ha lasciato il segno, tuttavia non si mostrerà Rick alle prese con il tentativo di superare il lutto.

  • Il momento in cui Rick taglia il braccio di Jessie per salvare Carl è stato terribile ma doveva mostrare quello che è disposto a fare il protagonista pur di proteggere Carl. In quella situazione Jessie era già morta e il personaggio interpretato da Andrew Lincoln non si è ritrovato realmente a fare una scelta, anche se forse non era consapevole di essere in grado di superare quel confine, e questa scoperta avrà delle conseguenze su di lui e si rivelerà molto presto in che modo.

  • Nei fumetti il Governatore taglia una mano a Rick ma sul piccolo schermo non avrebbe avuto lo stesso effetto, mentre quanto accaduto a Carl è un momento importante che gli autori attendevano da tempo e darà il via a una catena di eventi. Fin dall'inizio del primo episodio di questa stagione gli autori avevano pensato a questo momento e ne avevano parlato a Chandler Riggs, chiedendogli anche di non tagliarsi i capelli perché volevano poter coprire il bendaggio in modo naturale.

  • Alla fine della nona puntata Carl stringe la mano a Rick: per gli sceneggiatori ha rappresentato quasi un lieto fine e ha mostrato quanto l'uomo sia cambiato rispetto a quando era disposto a lasciare indietro le persone che non erano in grado di mantenere il passo. Lottare con gli abitanti di Alexandria ha completato la trasformazione. Alla fine dell'episodio Rick implora Carl di vivere perché spera di potergli mostrare un nuovo mondo. Quella stretta di mano dà la forza a Rick per andare avanti e a capire cosa vuol dire vivere all'interno di una società e non solo in un piccolo gruppo.

Leggi anche: The Walking Dead 6: Chandler Riggs commenta quanto accaduto a Carl

  • Per la prima volta Rick si trova a guidare molte persone di cui potersi fidare e di cui ha bisogno, oltre a essere ispirato e avere le risorse per creare qualcosa di importante.

  • Carl sta evolvendosi da tempo e quanto accadutogli lo farà entrare in una nuova fase interessante della sua vita.

  • Maggie e Glenn hanno dovuto superare molti ostacoli e tutto quello che è successo fa provare a entrambi un senso di responsabilità nei confronti anche della comunità, soprattutto se dovessero rimanere lontani ai rischi. Insieme cercheranno di affrontare la situazione.

  • Daryl, Abraham e Sasha parleranno agli altri di Negan e della minaccia che rappresenta.

Leggi anche: The Walking Dead 6: le anticipazioni sul prossimo episodio, La legge della probabilità

  • Nella seconda metà della stagione si spiegherà quanto il mondo sia più ampio rispetto a come si possa pensare e ci saranno molte cose inattese. I protagonisti compieranno dei passi in un'area sconosciuta scoprendo una realtà inaspettata.

  • I Salvatori non entreranno immediatamente in scena dopo la morte di alcuni dei membri del gruppo, anche se appariranno prima del season finale.

  • Daryl avrà davanti a sé un percorso interessante perché, a differenza di Rick, ha avuto delle esperienze negative con le persone e sarà in una situazione più dark.

  • La sequenza degli abitanti di Alexandria che combattono insieme è stata ideata per sottolineare come fossero delle persone comuni che lottavano. Quelle immagini sono state girate gli ultimi giorni di lavoro sul set. Nicotero ha dato agli attori le pagine del copione e aveva posizionato sul terreno dei nastri di colori diversi, facendo seguire agli interpreti delle traiettorie diverse per poter dare delle indicazioni precise.

  • Alexandra non sapeva fin dall'inizio quale sarebbe stato il destino di Jessie. Gli autori le hanno rivelato quanto sarebbe accaduto a marzo. Quando aveva fatto l'audizione aveva letto la parte di un personaggio che non esiste e ha scoperto il suo ruolo solo quando era arrivata ad Atlanta, conoscendone il destino leggendo i fumetti a casa di uno dei suoi amici.

  • L'attrice non era certa se gli autori volessero seguire i fumetti e ha saputo le decisioni durante una cena a Los Angeles in cui aveva chiesto se dovesse cercare un appartamento vicino alle zone delle riprese. Poche settimane dopo ha saputo in che episodio sarebbe morta Jessie. Alexandra è stata dispiaciuta perché il team della serie è incredibile.

Leggi anche: The Walking Dead: le morti più significative

  • Per provare a salvare Jessie la sua interprete ha inviato a Scott Gimple un'e-mail con un'idea folle: "I suoi figli vengono uccisi, Sam viene mangiato e Ron viene ucciso mentre cerca di uccidere Rick, e lei lascia il gruppo e viene ritrovata nella settima o ottava stagione, scoprendo che è diventata una donna pazza e selvaggia. Pensavo fosse divertente. Era più interessante rispetto che rimanere ferma lì in piedi sotto shock e venendo mangiata".

  • Girare la scena della sua morte è stato un momento terribile perché doveva rimanere ad assistere alla morte di suo figlio. I primi ciak l'hanno sconvolta così tanto che ha dovuto prendersi una pausa perché era troppo emozionata e coinvolta nella storia del personaggio. Le riprese sono durate fino alle sei di mattina e gli altri membri del cast l'hanno molto sostenuta. Lauren Cohan, Christian Serratos e Alanna Masterson sono rimaste fino alla fine per poi aprire una bottiglia di champagne.

  • La cena di addio è stata deprimente anche se c'erano tutti. Si è svolta a casa di uno dei membri del cast ed era un evento dedicato a lei e a Tovah Feldshuh, interprete di Deanna. Gli attori hanno condiviso dei commenti sulle due attrici e le hanno salutate.

Leggi anche: Uno zombie per tutte le stagioni: 10 declinazioni del morto vivente tra film e serie TV

  • Jessie verrà comunque ricordata dagli abitanti di Alexandria perché ha ispirato le persone intorno a lei a trovare la forza di lottare. Rick, inoltre, aveva formato un legame con la donna e questo loro apporto avrà sull'uomo un effetto anche dopo la sua morte.

  • L'attrice continuerà a seguire la serie perché è curiosa di scoprire cosa accadrà.

The Walking Dead 6: gli autori commentano il nono...
The Walking Dead: le scene più scioccanti di una serie dura a morire
The Walking Dead: le morti più significative
Privacy Policy