The Three Stooges: Peter Farrelly fa chiarezza sul progetto

Il regista Peter Farrelly fa chiarezza sui rumor circolati nei giorni scorsi negando che al momento vi siano attori coinvolti nel progetto sui Tre Marmittoni.

Non si placano le notizie - più o meno vere - sulla tormentata pre-produzione di The Three Stooges. La pellicola, focus sul celebre trio comico dei Marmittoni da tempo in preparazione, ha visto uscire di scena le star inizialmente coinvolte. Sean Penn, Jim Carrey e Benicio Del Toro si sono defilati uno dopo l'altro abbandonando i fratelli Farrelly al loro destino. Pochi giorni fa un nuovo rumor voleva il nuovo cast ormai pronto indicando nei brillanti Johnny Knoxville, Andy Samberg e nel comico australiano Shane Jacobson i nuovi interpreti di Moe, Larry e Curly, ma oggi ci ha pensato Peter Farrelly a fare chiarezza smentendo la notizia.

"Sia Johnny Knoxville che Andy Samberg mi piacciono molto, ma non siamo mai entrati in contatto. Non hanno sostenuto un provino e non hanno nemmeno mai discusso i ruoli con la produzione, perciò la notizia è totalmente falsa. Al momento non abbiamo una lista di candidati" ha spiegato il regista. "La sceneggiatura è pronta e stiamo per far ripartire il casting. Cercheremo le persone più adatte. Crediamo fermamente che non ci siano star troppo grandi per evitare i provini e non ci interessa sapere chi si presenterà. Dobbiamo capire come verranno interpretati i tre personaggi. Questo film non è I Flinstones. Noi vogliamo portare sullo schermo Moe Howard, Larry Fine e Curly Howard e non ci importa se a interpretarli saranno star di Hollywood o attori sconosciuti. Li faremo vestire nello stesso modo degli originali, parlare nello stesso modo e agire nello stesso modo. Sarà una ricostruzione estremamente accurata".

Riguardo all'uscita di scena di Sean Penn, Peter Farrelly non nasconde la propria amarezza. "Sean voleva recitare nel film e credeva fermamente nel nostro progetto, ma ora si sta impegnando nella ricostruzione di Haiti. Se aspettassimo ancora un paio d'anni forse accetterebbe di lavorare con noi, ma abbiamo già atteso troppo tempo". Le ultime parole del regista sono dedicate alla struttura del film, che sarà diviso in tre parti. "The Three Stooges si aprirà 40 anni fa in un orfanotrofio in cui viene portato un neonato privo di genitori. La seconda parte del film seguirà i tre protagonisti, ormai adulti, all'apice della loro carriera e mostrerà la loro decisione di separarsi per proseguire le loro carriere individuali".

The Three Stooges: Peter Farrelly fa chiarezza...
Privacy Policy