The Last of Us: Sam Raimi parla dei problemi del progetto

La realizzazione dell'adattamento del videogioco è ancora molto incerta, secondo quanto dichiarato dal produttore.

Sam Raimi ha rivelato per quale motivo l'arrivo di un film tratto dal videogioco The Last Of Us sta tardando così tanto ad arrivare sul grande schermo.
Il regista ha infatti dichiarato: "Quando siamo andati da Neil Druckmann (regista del gioco e autore della sceneggiatura del lungometraggio) con la Ghost House Pictures stavamo sperando di avere i diritti come facciamo in occasione di ogni altro progetto e poi lo avremmo proposto in giro e venduto, ma controllandone sempre i diritti. Con questo progetto siamo andati alla Sony, con cui abbiamo un ottimo rapporto, ma hanno i loro progetti sul marchio e penso che l'idea di Neil non sia la stessa dello studio".

Raimi ha quindi aggiunto: "La mia società non ha i diritti e non posso aiutare molto Neil. Anche se sono un produttore, nel modo in cui ha organizzato la cosa, lui ha venduto i suoi diritti alla Sony che mi ha assunto, per un caso, come produttore. Io non posso liberare i diritti perché non sono alla guida del progetto e non posso dire quello che la Sony e Neil decideranno di fare. Se proseguiranno sarei felice di aiutarli di nuovo".

The Last of Us racconta la storia dei sopravvissuti Joel ed Ellie, alle prese con un viaggio attraverso un mondo devastato e trasformato da un terribile virus.

The Last of Us: Sam Raimi parla dei problemi del...
The Last of Us: Neil Druckmann parla del film e del possibile sequel
I trailer dei videogiochi, 10 "opere d’arte" da non perdere (VIDEO)
Privacy Policy