The Get Down

2016 - 2017

The Get Down: la serie Netflix di Baz Luhrmann si interrompe dopo una stagione

Il regista, pressato dagli impegni cinematografici, non porterà avanti lo show.

Gli apprezzamenti da parte della critica non sono serviti a salvare The Get Down. La serie ideata e diretta da Baz Luhrmann per Netflix si ferma dopo una sola stagione di vita. La ragione è contenuta in un lungo posto pubblicato da Baz Luhrmann su Facebook.

Il regista scrive: "Volevo parlare con voi a cuore aperto per farvi sapere come non solo io, ma tutti i miei collaboratori hanno dato così tanto a questa produzione con la massima umiltà. Vedevamo già il prossimo capitolo di The Get Down nel nostro immediato futuro così voglio spiegarvi perché non accadrà... Quando mi è stato chiesto di realizzare The Get Down, ho dovuto far slittare di due anni un film a cui stavo lavorando. Questa esclusività è diventata un punto fermo di Netflix e Sony, che sono stati partner lavorativi incredibili e supporter dello show. Soffro all'idea di non potermi dividere in due e poter portare avanti entrambe le produzioni. Questi progetti li porterò avanti nel futuro, magari anche uno spettacolo teatrale (ve lo immaginate? un concerto? La prossima estate? Sto solo ipotizzando) Ma la verità è che io faccio film. E il problema dei film è che quando li dirigi non ci può essere nient'altro nella vita. Da quando si è interrotto The Get Down, ho passato gli ultimi mesi a preparare il mio nuovo film...
Il cast dello show è unico ed eccezionale. A parte gli incredibili attori veterani, mi sento privilegiato ad aver potuto collaborare con questi giovani talenti, molti dei quali approderanno al cinema, faranno musica, e avranno carriere meravigliose. Il nostro cast, gli sceneggiatori, i collaboratori musicali, i coreografi, gli operatori, siamo stati accolti dal quartiere del Bronx e dalla comunità Hip-Hop come una famiglia. In particolare voglio ringraziare i padrini dell'Hip-Hop: Grandmaster Flash, Kool Herc, Afrika Bambaataa, Grandmaster Caz, Kurtis Blow, Raheim and all the b-boys, b-girls, i graffiti-writers, MC's e DJ's che hanno reso questa storia possibile. Così come una guida di nome Nas la cui luce ci ha segnato il cammino. Abbiamo fatto un'esperienza comune che nessuno di noi scorderà. La famiglia di The Get Down ha avuto il compito di raccontare la storia di una cultura che avrebbe cambiato non solo la città, ma il mondo intero. Per quanto riguarda il futuro dello show, lo spirito di The Get Down continuerà a vivere così come la storia che abbiamo iniziato a raccontare. Ha una sua vita. Una vita che vive oggi e continuerà a essere raccontata da qualche parte per voi e attraverso di voi, fan e supporter"
.

Leggi anche: The Get Down: Baz Luhrmann porta il suo "spettacolo spettacolare" in tv

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

The Get Down: la serie Netflix di Baz Luhrmann si...
The Get Down parte 2: meno visionaria della prima, ma trasforma i protagonisti in Jedi della musica
The Get Down: il nuovo trailer della seconda parte della serie di Luhrmann
Privacy Policy