Stop al teatro per Christian Slater

Dopo le faticose tournée teatrali del West End, Christian Slater ha deciso di tornare a dedicarsi unicamente al cinema e, tra un film e l'altro, farsi delle belle e lunghe vacanze.

L'attore Christian Slater ha deciso di imporsi delle regole per limitare la propria attività teatrale dopo l'esperienza nella stagione londinese del West End perché ama così tanto prendersi dei periodi di vacanza da decidere di porre fine alle lunghe e faticose tournée teatrali.
Nel 2004 Slater ha fatto parte del cast dell'allestimento di Qualcuno volò sul nido del cuculo e più di recente ha recitato, proprio a Londra, nella versione teatrale della pellicola del 1994 Il prezzo di Hollywood. E proprio il faticoso impegno londinese lo ha spinto ha prendersi una pausa dal teatro per tornare alla sua vecchia vita di star hollywoodiana che alterna saggiamente film e vacanze. Come ha dichiarato lui stesso a un quotidiano inglese: "Amo moltissimo il teatro, ma non accetterò un altro ingaggio. D'ora in poi tornerò a recitare sul set. Solo film e vacanze".

E per tenere alla promessa fatta a se stesso Slater è già tornato sui suoi amati set. L'attore ha da poco concluso le riprese del thriller Lies & Illusions che lo vede impegnato al fianco di Cuba Gooding Jr., e di Dolan's Cadillac, horror ispirato a un racconto di Stephen King in cui un uomo mette in atto un piano per vendicare la morte della moglie assassinata brutalmente da un criminale di Las Vegas. Christian Slater, inoltre, ha fatto parte insieme a John Travolta, Sarah Michelle Gellar e Samuel L. Jackson del supercast di doppiatori del cartone animato sci-fi Quantum Quest: A Cassini Space Odyssey e ha recitato nel serial tv My Own Worst Enemy, che di recente è stato cancellato dalla NBC a causa degli ascolti poco soddisfacenti.

Stop al teatro per Christian Slater
Privacy Policy