Stand-by per il nuovo film di Spielberg

Steven Spielberg ha deciso di posticipare l'inizio delle riprese di 'Vengeance'. Il regista teme che il film costituisca un obiettivo per i terroristi islamici.

Antonio Bracco

Il noto regista e produttore cinematografico Steven Spielberg ha preso la decisione di posticipare l'inizio delle riprese di Vengeance in data da destinarsi. Il film, attualmente in fase di preproduzione, potrebbe costituire un obiettivo per un attacco da parte dei terroristi islamici.

Scritta da Eric Roth, la sceneggiatura racconta i drammatici momenti che segnarono le Olimpiadi del 1972 a Monaco di Baviera. Il 5 e 6 settembre di quell'anno, un commando palestinese attaccò il villaggio olimpico prendendo in ostaggio gli atleti israeliani per uno scambio con dei terroristi in arresto. In seguito alla reazione della polizia morirono undici israeliani, due agenti tedeschi e quattro attentatori. La preoccupazione maggiore di Spielberg è rappresentata dalla mancata cattura di uno dei diciassette terroristi di cui non si è più saputo niente.

Il rinvio sta generando non pochi problemi alla produzione che aveva preso accordi preliminari con gli attori Eric Bana e Ben Kingsley. Il primo potrebbe essere disposto ad assecondare le esigenze di Spielberg, pur di lavorare con lui, mentre Kingsley sembra essere definitivamente uscito dal progetto.

Stand-by per il nuovo film di Spielberg
Privacy Policy