Stan Lee, da un ex-collaboratore accuse di abusi familiari

La polizia ha fatto visita a casa dell'icona della Marvel dopo che un uomo ha portato alcune foto che mostravano delle ferite riportate dalla moglie del fumettista, Joan Lee

A inizio settimana, la polizia ha fatto visita alla casa privata di Stan Lee, l'iconico fondatore della Marvel. Secondo TMZ, il motivo dell'indagine è un presunto maltrattamento verso la moglie, Joan Lee. Uno degli ex-collaboratori dell'uomo, rimasto anonimo, ha portato alle autorità alcune foto di alcune ferite riportate dalla donna, a quanto pare per una presunta violenza anche da parte della figlia della coppia.

Leggi anche:

Excelsior! Alla ricerca dei camei di Stan Lee nei film e nelle serie Marvel

Perché Stan Lee appare in tutti i film Marvel? Le teorie "cosmiche" dei fan

Dopo aver parlato con tutti, la polizia non ha trovato nessuna ragione di credere all'accusa dell'uomo, visto che la moglie di Lee ha più di novant'anni e a quell'età può capitare di procurarsi piccoli lividi o escoriazioni, in più le foto sono risultate essere vecchie di tre anni, dando adito all'ipotesi che queste accuse siano state fatte per vendicarsi della fine del rapporto lavorativo tra i due.

Continua a seguirci su Facebook, Twitter, Instagram, Youtube, Google+ e Telegram per aggiornamenti, notizie, e curiosità su film e serie TV!

Stan Lee, da un ex-collaboratore accuse di abusi...
Avengers: Infinity War, Stan Lee svela: "In arrivo un nuovo importante personaggio"
Excelsior! Alla ricerca dei camei di Stan Lee nei film e nelle serie Marvel
Privacy Policy