Smash

2011 - ....

Smash: c'è da temere per il futuro della serie?

La protagonista della serie, Debra Messing, ha firmato un accordo per recitare in un pilot della CBS.

Continua a peggiorare la situazione di Smash, il musical serial della NBC che si trova praticamente con l'acqua alla gola già dall'inizio della seconda stagione. I numeri parlano chiaro e Smash non sta facendo un buon lavoro in quel senso, di conseguenza qualche settimana fa la NBC ha deciso si spostare il timeslot dello show relegandolo a uno dei giorni più funesti della settimana per il palinsesto TV, il sabato sera. Come se non bastasse adesso è stata divulgata la notizia riguardo al contratto che Debra Messing ha firmato per recitare in uno dei pilot della CBS. Il progetto non ha ancora un titolo e arriva dalle mani di Julie Rottenberg ed Elisa Zuritsky - per inciso due co-produttori esecutivi di Smash - è il remake di una serie israeliana e racconta le vicende di una madre che cerca di far bilanciare tutti gli aspetti della sua vita, la famiglia, il lavoro, l'aspetto sentimentale ricorrendo spesso e volentieri alla menzogna, bugie piccole, grandi, innocenti e talvolta dannose.

Tecnicamente il contratto è in posizione secondaria rispetto a Smash, il che significa che se lo show dovesse essere riconfermato, una probabilità alquanto tenue al momento, la Messing dovrà rinunciare al suo ruolo di leader nella neonata comedy. Lo showrunner di Smash, Joshua Safran, nonostante sia rimasto "sorpreso e abbattuto" dalla decisione della NBC di spostare il timeslot, ha rassicurato il pubblico dicendo che il diciassettesimo episodio della stagione in corso è stato costruito e pensato come finale di serie "Non voglio che i nostri fan rimangano senza un finale. La stagione ha un inizio e una fine e più andiamo avanti meglio sarà. Io e tutti quelli che collaborano alla serie, dalla punta fino alla base della piramide, siamo fieri di quello che abbiamo fatto. So che ognuno ha diritto alla sua opinione e non abbiamo problemi con questo, ma le critiche negative non cambiano il nostro punto di vista. Siamo felici di quello che abbiamo creato".

Smash: c'è da temere per il futuro della serie?
Privacy Policy