Sceneggiatori USA minacciano sciopero: film e serie TV a rischio?

Il sindacato degli autori americani ha annunciato che i suoi membri potrebbero entrare in sciopero a maggio se non verrà raggiunto l'accordo con i produttori.

Il sindacato degli sceneggiatori americani ha annunciato che si potrebbe verificare uno sciopero se non verrà raggiunto un accordo prima della fine del contratto con l'Alliance of Motion Picture and Television Producers, che unisce circa 350 case di produzione televisive e cinematografiche, prima della fine del contratto che terminerà all'inizio di maggio. Gli autori potrebbero quindi sospendere il proprio lavoro a partire dal 2 maggio e la situazione potrebbe causare molti problemi ai progetti per il piccolo e grande schermo, senza dimenticare quelli realizzati per le piattaforme digitali.

Le negoziazioni riprenderanno nella giornata di lunedì e con gli incontri previsti dal 18 al 24 aprile i membri decideranno inoltre se autorizzare lo sciopero. Secondo quanto riporta il sindacato le domande contrattuali prevedono un costo aggiuntivo per l'industria di un totale annuale di 178 milioni di dollari.

La lettera in cui si annuncia l'eventuale protesta, inoltre, ricorda che show come The Tonight Show e Saturday Night Live non potrebbero più andare in onda immediatamente, non potendo più contare sul contributo degli autori. In occasione del precedente sciopero, svoltosi dal 2007 al 2008, la situazione ha persino avuto un importante impatto sui rating e sui profitti di alcuni network.

Sceneggiatori USA minacciano sciopero: film e...
Oliver Stone premiato dal sindacato sceneggiatori con il Laurel Award
Star Wars: Episode VIII a rischio ritardi per uno sciopero!
Privacy Policy