Sanremo: è mistero sul contratto di Bonolis

Berlusconi jr. sostiene che il contratto del conduttore con Mediaset è stato rinnovato per altri due anni, ma questo ostacola le trattative tra Bonolis e la Rai per la conduzione di Sanremo. Secondo l'agente di Bonolis invece, il contratto non è stato ancora rinnovato e scadrà il 30 agosto.

Subito dopo la conclusione dell'ultimo Festival di Sanremo, già si parlava di affidare la conduzione della prossima edizione a Paolo Bonolis, l'unico conduttore che sia riuscito a catturare davvero l'attenzione degli spettatori verso la tradizionale kermesse canora, che nelle ultime edizioni - condotte da Giorgio Panariello e Pippo Baudo - aveva raccolto pochi consensi di pubblico e critica.
Fino ad oggi però, tra smentite e conferme continue, la disponibilità di Bonolis per il prossimo festival della canzone italiana resta un mistero: inizialmente l'agente del conduttore, Lucio Presta, aveva detto che il suo contratto con Mediaset scade il 30 agosto, e di conseguenza dopo quella data Bonolis valuterà le offerte che gli verranno fatte, senza però accennare a possibili trattative con la Rai, che invece qualcuno ha dato per scontate.

Nei giorni scorsi invece - in occasione della stagione autunnale di Mediaset Premium, che si è tenuta nei giorni scorsi a Portofino - il vicepresidente di Mediaset Piersilvio Berlusconi ha affermato che nonostante il contratto di Bonolis scada il 30 giugno, gli è stato già rinnovato per altri due anni. Nonostante questo però il conduttore sarà libero di presentare la prossima edizione del Festival di Sanremo: "Abbiamo sempre avuto stima degli artisti che hanno voglia di affrontare nuove sfide professionali" - ha affermato Berlusconi jr. "Bonolis ci ha chiesto un anno sabbatico per condurre Sanremo, e la cosa non ci crea problemi, quindi ho accettato. Ma resterà con noi, tant'è vero che abbiamo già parlato di nuovi progetti, e anche di un ritorno de Il senso della vita".
Un'affermazione, quella di Berlusconi, che rischia di compromettere l'esito delle trattative tra Bonolis e la Rai per Sanremo, tanto che la risposta da Viale Mazzini non si è fatta attendere: "Paolo Bonolis non può condurre uno dei più importanti eventi Rai e poi tornare sugli schermi della concorrenza il giorno dopo. Un personaggio come lui può far comodo alla Rai, ma non in prestito e non a qualsiasi costo."

Nonostante Berlusconi affermi il contrario, Presta insiste nel dire che "Il contratto di Bonolis non è stato rinnovato. Qualche mese dopo la conclusione del Festival di Sanremo riapriremo le trattative con Rai e Mediaset e discuteremo sui progetti proposti da noi o da loro". Alle dichiarazioni di Presta, sono seguite quelle di Bonolis, che però non hanno fatto alcuna chiarezza su quello che sarà il futuro del conduttore: _"Il 30 agosto si chiude il mio contratto con Mediaset, nel quale c'è la possibilità di esercitare l'opzione bilaterale. Di conseguenza potrò discutere con Rai e Mediaset sul mio futuro." _ Sulla possibilità di condurre Sanremo, Bonolis ha affermato che valuterà quando la Rai gli farà la proposta.

Sanremo: è mistero sul contratto di Bonolis
Privacy Policy