Sanremo 2010: quarta serata 'disco' con J.Lo e i dj

Pupo e il Principe portano sul palco Lippi, e raccolgono ancora fischi, ma vanno in finale. Sul palco i Tokio Hotel, Jennifer Lopez, Cristiana Capotondi. Tony Maiello vince il premio dei giovani. Eliminati Ruggeri e Fabrizio Moro.

Si apre quasi come un rave, la quarta serata del Festival di Sanremo, con i ritmi di Steve Edwards accompagnato dal dj Bob Sinclair, la cui performance si conclude con l'arrivo di Antonella Clerici, che in abito da sirena, ringrazia per ben quattro volte il pubblico per non averla delusa neanche ieri sera, visto che la terza serata ha fatto ottimi ascolti: "Quattro volte grazie, per quattro serate, ormai ringraziarvi è diventato il mio portafortuna". Neanche il tempo di terminare i saluti, che viene raggiunta sul palco da uno dei comici lanciati da Zelig che la tormenta (e tormenta anche noi, diciamocelo) con uno sketch troppo lungo. Finge di scambiare la Clerici per Lady GaGa, ma le dice che somiglia "a quella che fa la pasta in tv" e la obbliga a farsi una foto. Lady GaGa stasera non c'è, ma ci sarà Jennifer Lopez invece, ed è uno degli ospiti più attesi della serata, durante la quale saranno decisi gli artisti che parteciperanno alla finale di domani.

Sanremo 2010, quarta serata: Malika Ayane
A dare il via alle performance dei big in gara è Malika Ayane, elegante come sempre nell'aspetto e nell'esecuzione, che per l'occasione è affiancata da una prima ballerina della Scala di Milano, poi tocca a Simone Cristicchi, Irene Grandi affiancata da Marco Cocci, che è attualmente nelle sale con Baciami ancora di Muccino. Tocca poi a Irene Fornaciari e I Nomadi, che stasera sono sul palco con Mousse T. e Souzie. In passato il dj - autore di Sex Bomb - ha collaborato con Zucchero, e stasera è all'Ariston con sua figlia.
L'interpretazione di Marco Mengoni è sicuramente una di quelle più carismatiche di questa edizione: il vincitore dell'ultima edizione di X-Factor arriva accompagnato dai Solis String Orchestra per una nuova performance della sua Credici Ancora.

Sanremo 2010, quarta serata: Pupo
Arriva il momento di annunciare l'esibizione di Pupo ed Emanuele Filiberto di Savoia e la situazione precipita: i due si presentano accompagnati da Marcello Lippi, il quale si prende più di un minuto di tempo per giustificare in maniera imbarazzante la sua presenza. L'unica cosa certa - spiega il ct della Nazionale di calcio - è che non è a Sanremo per cantare, e mentre i fischi del pubblico si fanno più insistenti (con grande imbarazzo della conduttrice) cerca di fare appello all'amor patrio degli spettatori, senza peraltro riuscirci. Il regista fa presente che il regolamento vieta agli artisti di intrattenersi a parlare sul palco, loro insistono - e qualcuno dal pubblico grida a più riprese il nome di Cassano - poi finalmente iniziano l'esibizione (senza Lippi)

Sanremo 2010, quarta serata: Jennifer Lopez durante la sua performance
Archiviata questa performance imbarazzante, arriva il secondo ospite della serata, una splendida Jennifer Lopez, che dopo essersi esibita con What is Love, si ferma sul palco per una chiacchierata con la Clerici. In una manciata di minuti entrambe cercano di farci credere che "la regina del pop" - come l'ha definita la Clerici - è una donna come tutte le altre, anche se è bellissima, sexy e ha una carriera artistica che procede a gonfie vele ed è anche imprenditrice. Si parla anche di figli - un argomento che sta molto a cuore alla conduttrice di questa edizione del Festival - ma anche di curve e di sensualità, e J.Lo risponde in maniera affabile a tutte le domande. Tornerà dopo qualche minuto, per una seconda performance (un medley dei suoi successi) fasciata in una grintosa tuta nera, e con una coreografia come sempre accattivante.

60esimo Festival di Sanremo, quarta serata: Arisa
La gara riprende con Valerio Scanu e Alessandra Amoroso - già in odor di vittoria, stando ai pronostici - e poi con Enrico Ruggeri e Noemi. Gli ultimi due, per la loro performance hanno scelto di indossare due accessori particolari: Ruggeri si è esibito con i Decibel (il gruppo di cui faceva parte prima di intraprendere la carriera di solista) e si è rimesso gli occhiali scuri che caratterizzavano il suo vecchio look "Una volta ogni trent'anni si può fare". Noemi invece è arrivata sul palco con due maliziose corna da diavoletto che sbucavano tra i capelli color fiamma. Anche Arisa ha stravolto un po' il suo look mettendo da parte gli occhialoni e indossando una bombetta alla Cabaret.
Tocca poi a Fabrizio Moro, accompagnato da Jarabe de Palo e da Dj Jad degli Articolo 31, quindi a Povia, che stasera è affiancato da Marco Masini e dalla piccola Bettina, una ballerina che gli volteggia attorno, come a voler rievocare lo spirito di Eluana Englaro, alla quale è dedicato il brano.

Cristiana Capotondi nei panni di Sissi in una scena della fiction tv dedicata all'indimenticata imperatrice d'Austria
Si chiude con i big, e si esibiscono le nuove proposte, tra cui anche Jessica Brando, che ieri non ha potuto eseguire dal vivo il suo brano per via dell'ora tarda (una scelta che ha destato non poche polemiche). La giovane cantante, che conferma una bellissima voce, raccoglie un applauso convinto da parte del pubblico. Il primo premio però, andrà a Tony Maiello, "pupillo" di Mara Maionchi e ex-concorrente di X-Factor, mentre il premio della critica a Nina Zilli.
Prima che si chiuda anche il secondo televoto sui giovani, c'è tempo di aprire le danze sul palco e far arrivare Cristiana Capotondi nelle vesti di Sissi, l'imperatrice d'Austria. L'attrice di Notte prima degli esami, vestita come Romy Schneider nella celebre saga romantica, presenta una fiction co-prodotta con l'Austria e la Germania della quale sarà protagonista e si ferma a parlare con la Clerici che anche in questa occasione non risparmia domande imbarazzanti: "Come ti sei trovata a lavorare con i tedeschi, tu che sei italiana, morbida e caciarona?", ma la rossa Capotondi glissa e si limita a rispondere che sono certamente più organizzati di noi.

Passata la mezzanotte e mezza, dopo l'attesa performance dei Tokio Hotel - salutata con gridolini di entusiasmo dalle fan presenti in sala - arriva il momento di sapere quali saranno le due canzoni che non andranno in finale domani. Dopo una lunga attesa, vengono eliminati Enrico Ruggeri e Fabrizio Moro. E il pubblico fischia ancora per protestare contro l'ammissione di Italia amore mio alla finale.
Per domani, oltre al nome del vincitore è atteso un omaggio a Michael Jackson, una "piccante" Lorella Cuccarini e Maurizio Costanzo.

Sanremo 2010: quarta serata 'disco' con J.Lo e i...
Privacy Policy