Ryan Gosling lotta contro l'AIDS

L'attore tornerà a lavorare con il regista di 'Lars e una ragazza tutta sua' per il dramma The Dallas Buyers Club, ispirato ad una storia realmente accaduta negli anni '80.

Dopo Lars e una ragazza tutta sua, nel quale interpretava un giovane che iniziava un rapporto sentimentale con una bambola acquistata in un sexy-shop online, Ryan Gosling tornerà a lavorare con il regista Craig Gillespie per il dramma The Dallas Buyers Club, che sarà prodotto dalla Universal Pictures e la Strike Entertainment.

Nel film, per il quale Chase Palmer sta rielaborando lo script curato da Craig Borten e Melisa Wallack, Gosling sarà Ron Woodroof, un elettricista texano al quale nel 1986 fu diagnosticato il virus dell'AIDS e fu detto che non c'era alcun modo per rallentare il processo della sua malattia: gli restavano circa sei mesi di vita e doveva rassegnarsi a morire. Woodroof però non si arrese, e sperimentando alcuni farmaci alternativi (e illegali) riuscì a vivere per altri sette anni, e aiutò altri pazienti malati di AIDS vendendo loro gli stessi medicinali da lui assunti. Per il ruolo di Woodroof, che morì nell'estate del '92, inizialmente era stato considerato Brad Pitt.

L'ultimo film interpretato da Gosling è il mistery All Good Things, diretto da Andrew Jarecki e interpretato da Kirsten Dunst, Jeffrey Dean Morgan e Frank Langella, ma tra i prossimi progetti dell'attore canadese dovrebbe esserci un ruolo in Blue Valentine, una pellicola romantica nel quale sarà affiancato da Michelle Williams.

Ryan Gosling lotta contro l'AIDS
Privacy Policy