Russell Crowe contro Virgin Atlantic: "non può imbarcare l'hoverboard"


L'attore neozelandese dal suo account su Twitter ha tuonato contro la compagnia aerea che gli ha impedito di portare a bordo l'hoverboard.

Russell Crowe contro Virgin Atlantic: "non può...

Capricci da star o cuore di padre? L'ultima polemica nata su Twitter coinvolge l'attore Russell Crowe e la compagnia aerea Virgin Atlantic. Mentre l'attore neozelandese era al check in con i figli, si è sentito dire che non avrebbe potuto imbarcare l'hoverboard che avevano con sé per motivi di sicurezza. La delusione dei ragazzi ha scatenato l'ira dell'attore che sul suo account di Twitter ha scritto "@VirginAustralia Ridicoli. Non posso imbarcare il segway? Avreste dovuto dirmelo prima. Io e i miei figli ce ne andiamo. Addio Virgin. A mai più". La compagnia aerea ha prontamente risposto, sempre attraverso Twitter "Ciao Russell, per motivi di sicurezza legati alle batterie agli ioni di litio degli hoverboard, questi sono stati banditi da tutte le maggiori compagnie aeree australiane e mondiali". Il protagonista di Padri e Figlie non si è accontentato della spiegazione, e ha proseguito la polemica con un altro tweet in cui ha sostenuto che la Virgin è tenuta ad avvisare l'utente al momento dell'acquisto del biglietto.

L'hoverboard, questa sorta di skateboard su due ruote, mosso da motori elettrici alimentati da una batteria, è stato tra i regali più gettonati dal Natale 2015 in Australia, Stati Uniti ed Inghilterra. Purtroppo gli standard di sicurezza sono ancora molto bassi, e oltre alle numerose cadute documentate su Youtube, esiste un problema di sicurezza legato, come ha sottolineato la Virgin Atlantic, alle batterie che si surriscaldano e possono prendere fuoco, come denunciato da molti utenti, questo ha spinto Amazon e altri siti di e-commerce a sospenderne momentaneamente la vendita.

Patrizio Marino
The Nice Guys: il red band trailer del film con Gosling e Crowe
Padri e figlie: Gabriele Muccino racconta la sua Hollywood
Privacy Policy