Rumer Willis accusa un fotografo di averle "ritoccato" la mascella

La figlia di Bruce Willis e Demi Moore se l'è presa pubblicamente con l'autore di un servizio fotografico realizzato per Vanity Fair in cui si è scoperta pesantemente ritoccata con l'aiuto di Photoshop.

Rumer Willis ha 27 anni, è la figlia maggiore di Bruce Willis e Demi Moore, e insieme alle sue sorelle Scout e Tallullah, rispettivamente di 24 e 22 anni, ha preso parte ad un servizio fotografico dedicato alle "sorelle celebri" che è stato commissionato ai fotografi Mark Williams e Sara Hirakawa da Vanity Fair USA per il numero di maggio.
La foto che vede Rumer, Scout e Tallullah sedute in una vecchia automobile degli anni '50, però non è piaciuta alla maggiore delle sorelle Willis, anzi a dirla tutta c'è un dettaglio che l'ha fatta imbestialire.

Rumer ha un viso molto particolare, dai lineamenti forti e marcati che ha ereditato da suo padre, e sostiene di piacersi così com'è. Proprio per questo motivo il presunto abuso di Photoshop sulla sua faccia l'ha fatta arrabbiare: "Il fotografo ha ritoccato pesantemente il mio viso per far sembrare la mascella più piccola. Credo sia offensivo cambiare così drasticamente i connotati di una persona. Io mi piaccio e l'idea che qualcuno voglia farmi sembrare diversa da quello che sono per me è una forma di bullismo"

La foto della discordia è questa.

Una foto pubblicata da Rumer Willis (@ruelarue) in data: 3 Mag 2016 alle ore 11:55 PDT

I fotografi però si sono difesi sostenendo che hanno ritoccato sì, la foto, ma solo per correggere una distorsione creata da un obiettivo che era servito per lo scatto di gruppo. "Certamente non volevamo cambiare il suo aspetto, la nostra unica intenzione era di rendere l'idea del legame speciale che c'è tra Rumer e le sue sorelle."

Che ne pensate, ha ragione Rumer? Fatecelo sapere nei commenti.

Rumer Willis accusa un fotografo di averle...
Bruce Willis, i sessant’anni di un duro dal cuore tenero
Ghost, 5 elementi di un cult fantasmagorico!
Privacy Policy