Robin Williams: la figlia scrive un'emozionante lettera sul dolore

Una luna piena ed una lettera, con questi due elementi Zelda Williams ha deciso di ricordare il padre e spronare tutti coloro che sono affetti da depressione a non darsi per vinti

Patrizio Marino

Dopo tredici mesi dalla morte di Robin Williams la figlia Zelda , ha pubblicato sul suo profilo Instagram una lettera di speranza per tutti coloro che soffrono di depressione, un invito a non lasciarsi andare, a combattere per uscire dal tunnel del "male oscuro", e insieme alla lettera una bellissima luna piena gialla che illumina il mare, che sembra voler illuminare la strada per ritrovare la luce.

Ecco la lettera:

Mi sono resa conto di una cosa durante quest'anno e mi sento di doverla condividere qui con chiunque possa averne bisogno: evitare la paura, la tristezza, il dolore non è la stessa cosa che essere felici. Io vivo la mia tristezza ogni giorno ma senza più risentimento. Invece adesso la vivo in modo tale che quando incontro quei momenti meravigliosi di gioia, li uso non per dimenticare, ma li vivo e li accolgo solo per gioirne in quel momento. Non è facile. Infatti direi che ci vuole uno sforzo cosciente, molto più che lasciarsi andare alla tristezza, ma con tutto il cuore vi dico che ne vale la pena. E per coloro che stanno soffrendo di depressione, so quanto buio e infinito quel tunnel può sembrare, ma se la felicità sembra impossibile da trovare, vi prego, aggrappatevi alla possibilità della speranza, per quanto flebile possa essere. Perché vi prometto, ci sono abbastanza notti illuminate dalla stessa luna gialla per tutti noi da condividere, non importa quanto tempo ci voglia per arrivarci"

Dopo la morte del padre Zelda si era presa una pausa dai social. Ricordiamo che l'attore soffriva di ansia, depressione e morbo di Parkinson.

Una foto pubblicata da Zelda Williams (@zeldawilliams) in data: 5 Set 2015 alle ore 12:13 PDT

Robin Williams: la figlia scrive un'emozionante...
Robin Williams: il nostro ricordo e i 10 ruoli indimenticabili
Jumanji: il piccolo Peter non vuole un reboot senza Robin Williams
Privacy Policy